Autore:

VOGLIA DI CORRERE Chi conosce Andrea Buzzoni, direttore generale di BMW Motorrad Italia, sa quanto attendesse questo momento. Lui è uno sportivo vero, ha sempre guidato in pista e ama le sfide. Ecco perchè è la persona giusta cui dedicare un progetto sportivo delicato come quello del Campionato Mondiale Superstock. Mentre, quindi, la Casa madre sarà impegnata per il secondo anno nel mondiale Superbike (già confermati Xaus e Corser), sarà la filiale italiana a gestire il progetto Superstock, categoria in cui, sappiamo bene, è forse ancora più difficile primeggiare viste le modifiche assolutamente limitate concesse alle moto.

SFIDA
Una bella sfida, quindi, che BMW vuole affrontare nel migliore dei modi, innanzitutto affidandola a persone molto esperte, come Serafino Foti ad esempio, uno che sa come vincere, visto che ha diretto il team che per tre volte è stato campione del mondo. Ancora ignoti i nomi dei piloti, quello che è certo però è che BMW non rinuncerà a tutte le "diavolerie" elettroniche che caratterizzano la S 1000 RR ovvero il DTC (Dynamic Traction Control) e il Race ABS. Sarà molto interessante capire quale sarà il livello di competitività della moto. Per ora non possiamo che fare un grosso in bocca al lupo per la nuova avventura a tutto lo staff di BMW Motorrad Italia.

TAGS: bmw s1000rr bmw superstock