Autore:
Alberto Grisoni


Un'automobilestorica, che dura nel tempo, è qualcosa di più di un cimelio da collezionista
o del gioiellino di un appassionato: èun testimonial su quattro ruote, un simbolo di affidabilità di un marchio,un pezzo della storia di una Casa automobilistica che fa bella figura in stradaa fianco dei modelli più recenti.

Deve pensarla così anche BMW, che nel 1994 ha aperto la unità Mobile Tradition, tutta dedicataall'assistenza alle automobili fuori produzione. Ma prima dobbiamo fare unpasso indietro: la legge tedesca impone di fornire i pezzi di ricambio per unavettura fino a dieci anni dopo la produzione di un dato modello, invece BMW, che è più bavaresedell'Oktoberfest, si prende cura delleproprie auto fino al quindicesimo anno e delle motociclette fino a venti annidalla fine della produzione. Dopoquesta scadenza la responsabilità del veicolo passa alla Mobile Tradition.

Questa unità si trova a dover gestire tutti i pezzi diricambio esistenti per un dato modello, ma anche tutte le macchine utensiliutilizzate per produrli e i relativi progetti. E qui iniziano le scelte: checosa produrre, in quanti pezzi, e come?

Iniziamo dal cosa: insoccorso della Mobile Tradition vengonoi 600 club storici BMW sparsi per il mondo, i cui iscritti vantano 200.000 autoe 70.000 motociclette: un bel campione per intercettare i bisogni delmercato. In base alle segnalazioni deiclub, si decide che cosa e quanto produrre.

Sul fronte del come, laMobile Tradition sceglie in primo luogo i fornitori più adatti, cercandomateriali innovativi per la realizzazione delle parti di ricambio. Per tutte le componenti legate allasicurezza, come ad esempio i freni, cisi rivolge esclusivamente al fornitore originale.

Dal 1994 a oggi, sonostati riscostruiti già 14.000 componenti, con un boom di 1.400 pezzi nel solo2006, scelti da un catalogo di 24.000 pezzi di ricambio. Numeri chepermettono alla flotta di BMW storiche di girare regolarmente sulle strade. Trai modelli per cui viene fornita assistenza, la più anziana delle motociclette è un'assoluta veterana: lamonocilindrica R24 del 1948; mentre trale automobili i modelli sono più recenti, a partire dalla BMW Serie 5prodotta tra il 1981 e il 1988, ma non meno prestigiosi, basti pensare alla Z1del 1991.

Per ordinare i ricambi, c'è un catalogo on line nel sitointernet www.bmw-mobiletradition.com:bisogna seguire il link Mobile Tradition / Teileversorgung e registrarsigratuitamente.


TAGS: bmw: ricambi per sempre