Autore:
Andrea Rapelli

ACCORDO STRATEGICO Un accordo, quello tra BMW Motorrad e Rever - app nata un anno fa negli USA per condividere itinerari fra rider e diffusa in 119 Paesi - che è quantomai strategico. Perché punta a creare una community globale, dove milioni di motociclisti in tutto il mondo condividono itinerari, foto e percorsi (sia su strada, sia in offroad) anche sui social network.

REVER Scaricabile gratuitamente da Apple Store o Google Play, Rever consente di pianificare itinerari o scaricare quelli già pronti, vedere a che punto del giro sono i propri amici, condividere foto del percorso, sia esso un tour fra i monti o su una splendida strada costiera. Senza dimenticare le info su dislivelli, lunghezze, velocità istantanea e media. Il tutto con il proprio smartphone, collegato alla moto tramite un classico dock da manubrio capace di alimentarlo.

PERDERSI In questo modo, BMW Motorrad entrerà in possesso di un'enorme mole di dati, gusti e preferenze su attuali (e potenziali) clienti. E noi, che andremo in moto, saremo sempre più connessi. Forse, in futuro, la vera trasgressione sarà quella di usare la vecchia e sgualcita cartina e, ogni tanto, perdersi. Senza per questo sentirsi in dovere di farlo sapere a tutti, twittando o facendosi un selfie.


TAGS: bmw motorrad partnership rever bmw motorrad app viaggi