Autore:
Riccardo Capacchione

CONOSCENZA APPROFONDITA Da oltre 12 anni Alpinestars raccoglie dati di vario tipo nel corso delle gare MotoGP, grazie a dei sistemi di data-logging installati direttamente nelle tute dei piloti. Fin dal 2001, Alpinestars ha cercato di definire un sistema atto a “quantificare” le forze e i carichi a cui un pilota è sottoposto durante una caduta. Non a caso John Hopkins venne scelto, nel 2003, per indossare il primo sistema di acquisizione dati. Oggi Marc Marquez prosegue la ricerca per portare ancora più avanti questa tecnologia salvavita. Il ciclopico lavoro svolto ha dato i suoi frutti, permettendo la definizione di algoritmi, meccanismi e logiche gestionali che hanno dato vita a Tech-Air, l’airbag per motociclisti, presentato da Alpinestars nel novembre 2014. Il Tech Air è un componente dell’abbigliamento tecnico che può essere indossato da solo o in combinazione con giacche “tecniche”, essendo studiato per offrire, oltre alla massima protezione, anche la miglior vestibilità.

ANCHE PER L'OFFROAD Il sistema messo a punto dal Alpinestars non prevede l’installazione di ricevitori o connettori sulla moto: il Tech Air è un’unità di protezione attiva della parte superiore del corpo completamente slegata da componenti esterni (come cavetti a strappo, sensori di prossimità, ecc) e quindi può essere utilizzato sia nella guida su strada, sia nell’offroad.
Quest’ultima applicazione rappresenterebbe una novità rivoluzionaria tra chi pratica il fuoristrada, dato che non è possibile, come invece nel caso dei piloti da asfalto, vestire il fuoristradista con capi ingombranti come una tuta di pelle o un completo tecnico da viaggio.

DOPPIA RICARICA Oltre ai tempi di attuazione brevissimi, dichiarati da Alpinestars, che consentono il gonfiaggio dell’air-bag prima che il pilota possa impattare contro qualsiasi ostacolo, Tech-Air offre la possibilità di una doppia ricarica: nel caso entri in funzione l’air bag, per ristabilirne il funzionamento non è necessario provvedere subito alla ricarica del gas. In sostanza, l’air bag ha due “cartucce” da sparare, ora tocca a chi guida non… sdraiarsi due volte di fila!

Il sistema Tech Air è venduto a 1.199,95 euro. Il controllo biennale comprnsivo di pulizia e aggiornamenti software del sistema air bag è effettuato da Alpinestars al costo di 199,95 euro, mentre in caso di apertura dell'air bag, la ricarica con controllo completo e pulizia del gilet è effettuata sempre dalla Casa a 499,95 euro. Alpinestars propone due giacche da moto con specifiche tecniche al top e dotate di volumi superiori alla versione standard per ospitare il gilet Tech Air: la Valparaiso for Tech Air Jacket costa 649,95 euro, mentre la Viper for Tech Air Jacket è proposta al prezzo di 349,95 euro. Non sono cifre contenute, ma tenendo conto dell'alta tecnologia impiegata e soprattutto della protezione offerta dal sistema Tech Air le cifre non possono essere considerate elevate, se si pensa alle conseguenze che è in grado di evitare al pilota che lo indossa.