Autore:
Paolo Sardi

EREDITA' PESANTE Il curriculum del Peugeot Speedfight è di quelli molto ricchi: best-seller assoluto tra i cinquantini in Francia e secondo modello più venduto della categoria in Europa, è stato costruito in circa mezzo milione di esemplari in 18 anni di onorato servizio. E' con questa pesante eredità che debutta sotto i riflettori dell'Eicma 2014 il nuovo Peugeot Speedfight 4, che ha comunque molte frecce al suo arco per tenere alto il buon nome dei suoi antenati.

CURA RICOSTITUENTE Il rinnovamento che porta con sé questa quarta generazione è a 360 gradi. Lo scudo cambia look e ha ora uno sguardo molto intenso, grazie ai piccoli faretti. Sotto la pelle spunta poi un motore alimentato da un nuovo carburatore Dell'Orto, che fa registrare un irrobustimento della curva d'erogazione. La variante raffreddata ad aria ha ora un 10% di coppia in più, mentre quella raffreddata a liquido fa anche meglio: si passa infatti dai vecchi 4,8 Nm ai 5,5 attuali, con la potenza che sale a 4 kW dai precedenti 3,8.

PRESA! Da un punto di vista ciclistico, il Peugeot Speedfight 4 ha come asso nella manica il serbatoio piazzato in posizione centrale, a ridosso della pedana, per abbassare il baricentro e migliorare il piacere di guida. Tra gli highlight della scheda tecnica (vedi sotto) c'è anche l'impianto frenate con disco anteriore da 215 mm e con pinza radiale. A livello di dotazione, infine, spiccano il cruscotto digitale, il vano sottosella capace di accogliere un casco integrale e le prese USB e 12V.


TAGS: peugeot speedfight 4 EICMA 2014: tutte le novità

Allegato Dimensione
IT-Speedfight.pdf 2241 Kb