Autore:
Luca Cereda

RICHIAMO ANCESTRALE Con la Superbike ha chiuso, almeno così dice. Ma di starsene tranquillo sul divano, Troy Bayliss, proprio non ne vuol sapere. Ed è solo questione di giorni prima dell’ennesimo ritorno in sella. Sempre Ducati, of course, ma quella che meno ti aspetteresti. Numero 21 d’ordinanza, il Carrozziere metterà questa Scrambler Full Throttle di traverso nel Campionato Americano Flat Track. Prima sgommata il 24 maggio prossimo, sull’ovale di Springfield Mile. Seguiranno repliche il 30 maggio (Sacramento), il 4 luglio (Du Quoin), l’11 maggio (Indy Mile) e il 6 settembre (Springfield).

FORSE NON TUTTI SANNO CHE… trattasi di un tuffo nel passato per Troy, che, da ragazzo, si è fatto le ossa proprio con il Dirt Track e il Flat Track. Oggi, per l’australiano, guidare di traverso è quasi un divertissement, ma guai a pensare che non venderà cara la pelle. Il tipo lo conosciamo bene e per lui c’è già pronta una Scrambler Full Trhottle davvero speciale. Che, rispetto al modello di serie, è plasmata su un telaio di tipo artigianale, a prova di traversi, e monta sospensioni specifiche, ruote da 19 pollici e, come da regolamento, il solo disco freno posteriore: l’ha messa a punto il Team Lloyd Brothers Motorsports. Ma la differenza, va da sé, la fa il 21….