Autore:
Stefano Cordara


FINALMENTE CI SIAMO?
Ci vorrà un po' di tempo ma pare proprio che i cinquantini potranno viaggiare anche con il passeggero legalmente. A due anni all'approvazione delle norme, il governo ha approvato il decreto attuativo che però per entrare definitivamente in vigore dovrà ricevere il parere del Consiglio di Stato. Insomma ci vorrà ancora qualche mese di attesa ma pare che alla fine anche l'Italia si adeguerà agli altri paesi europei che già consentono ai 50 cc di portare due persone.

IN DUE MA NON TUTTI Ci saranno alcune limitazioni però, i motorini ammessi a circolare con doppio passeggero saranno solo quelli omologati, quindi quelli immatricolati dopo il 1999 (circa 2 milioni su un parco circolante totale di 5 milioni) e il conducente dovrà essere maggiorenne. Per cui i ragazzi minorenni si rassegnino a guidare da soli, la sanzione per loro è ancora in vigore. Il decreto si occupa anche delle targhe, una giungla da cui fino ad oggi pareva difficile districarsi. In effetti, lo scopo principale per cui fu introdotto l'attuale targhino era quello di ridurre furti e truffe e di identificare più facilmente il proprietario.


TARGHINO INUTILE
In realtà per come era pensato (la targa segue il proprietario senza alcun riferimento al veicolo) il targhino si è rivelato del tutto inefficace, visto che i 50 cc hanno il triste primato dei furti (18%) contro il 5% delle moto targate. Un gap che il nuovo regolamento si propone di ridurre drasticamente con l'introduzione della nuova targa che seguirà sì il proprietario, ma avrà anche un documento di circolazione annesso che riporterà anche il numero del telaio del veicolo. Spariranno quindi gli scambi "allegri" di mezzi senza alcun controllo.

TUTTO SOTTO CONTROLLO Al momento della vendita di un motorino usato, il passaggio di proprietà andrà segnalato alla motorizzazione (per mezzo delle agenzie di pratiche auto) e con esso tutti i dati del nuovo proprietario, targa compresa. Operazione che si effettuerà in tempo reale. All'entrata in vigore del decreto tutti i motorini di nuova immatricolazione avranno la nuova targa, mentre quelli già in circolazione si dovranno adeguare secondo un programma a scaglioni che sarà comunicato nei prossimi mesi.


SOLO COSTI?
Tutto questo, ovviamente, avrà anche dei costi per chi dovrà adeguarsi alla legge (50 € almeno per la targa, circa 20 € per i documenti). Ma si spera che l'operazione porti anche ad un abbassamento dei costi delle assicurazioni considerata la maggiore tutela dei proprietari legittimi e il possibile ridursi dei furti. Ma le assicurazioni già mettono le mani avanti per voce dell'Ania (l'associazione di categoria): vero che le truffe probabilmente diminuiranno (comunque tutto da dimostrare) ma, con il trasporto del passeggero, le persone da tutelare in caso d'incidente saranno due e i costi per le assicurazioni saliranno...


TAGS: motorini: in due si può