Autore:
Stefano Cordara

Se abbiamo fatto un’abbuffata di novità durante l’autunno, non si può certo dire che con gli ultimi arrivi del Motor Show si corra il rischio di fare indigestione. In ogni caso, pur in calo di interesse per le Case moto, la kermesse bolognese è sempre un palcoscenico valido per qualche novità dell’ultima ora.

SOTTO L’ALBERO… Ancora qualche piccola sorpresa dunque, anche se la presenza delle Case motociclistiche a Bologna è tutt’altro che numerosa. Se i giapponesi hanno già "dato tutto" a Milano e Parigi, spetta ancora una volta agli

europei tenere alto l’interesse degli spettatori, che qui in emilia non mancano mai. La BMW, avara di novità a Milano, a Bologna ne offre addirittura quattro in anteprima mondiale. Non proprio novità assolute ma rifacimenti importanti che vanno a toccare modelli di prestigio o di grande successo commerciale.

NUOVE LE PICCOLE

I tecnici BMW sono andati ad intervenire ai due estremi della gamma, rinnovando la famiglia delle "piccole" monocilindriche da 650 cc e la monumentale K1200 LT. Per le piccole 650 gli interventi riguardano soprattutto il motore, che seguendo la strada tracciata dalla serie boxer conquista la doppia accensione per migliorare la combustione ed abbattere consumi ed emissioni la potenza dichiarata resta la stessa. Un moderato restyling ha interessato le due GS, che hanno in realtà ottenuto parecchie attenzioni atte a migliorarne comfort e protezione aerodinamica. La versione Dakar ha anche il parabrezza regolabile.

DUE PER UNO

Il nuovo motore 2-Spark equipaggia anche la stradale Scarver che invece resta praticamente invariata nell’estetica. Per la LT arriva un nuovo motore con più cavalli, cresciuti da 98 a 115 per aumentarne le prestazioni e gusto di guida. Non bastasse la già ricchissima dotazione di serie, arrivano un faro supplementare, il cavalletto elettropneumatico e la chiusura centralizzata delle borse e del top case a completare il quadro di questa ammiraglia su due ruote. Al lusso bavarese risponde la sportività Italiana.

DEDICATA A LORIS

Ducati propone una versione speciale della Monster 620, dedicata a Loris Capirossi ed equipaggiata con componenti in carbonio e un grafica simile a quella della Monster S4R. Aprilia invece si è inventata uno stand del tutto particolare che simula un paddock del Mondiale.

RACING PER PIACERE

E la Casa di Noale non ha perso il vizio di proporre evoluzioni spiccatamente Racing delle sue moto supersportive. Così il Motorshow terrà a battesimo le versioni corsa della RSV 1000 R Factory, della RS 250 e della RS 125. La 250, in particolare, e un omaggio alla RSW 250 da anni dominatrice del Motomondiale. La RSV 1000 R Factory Pista adotta gli scarichi in titanio da 102 db, capaci di offrire 10 cavalli in più e un peso diminuito di oltre 8 Kg. La RS 125 Pista è dedicata ai giovanissimi che vogliono entrare nel mondo delle corse. La bella sorpresa è che queste moto, una volta tanto costeranno meno delle rispettive versioni omologate. La 1000, soprattutto farà restare nelle vostre saccoccie ben 3000 euro. Chi usa la moto solo in pista ci faccia un serio pensierieno. E chi volesse un domani omologare le moto non ha che da acquistare il kit che in pratica riporterà la moto nelle condizioni (e al prezzo) originale. L’attesissima SX-V45 avrà invece il suo palcoscenico direttamente in pista.

DEBUTTO IN GARA

Pare proprio che la nuova 450 Aprilia non abbia alcuna intenzione di stare ferma. La prima assoluta è avvenuta in occasione della penultima prova del mondiale Supermotard, l’esibizione Bolognese sarà ancora in gara, pilotata da Manuel Poggiali e Alex De Angelis Lunedì 8 nella gara Superbikers.

LUDIX IN PRIMA

Prima italiana anche per il Peugeot Ludix, il simpatico scooter modulare presentato in anteprima a Parigi. Il suo punto di forza sta tutto nelle sue capacità di trasformista e naturalmente nel prezzo: 999 € per la versione base. Tra i giapponesi è presente solo la Honda, con nuove colorazioni per la sua gamma scooter e la CBR 1000 RR esposta questa volta in tutte le grafiche disponibili.

TAGS: motor show: ecco le moto