Autore:
SEMPRE PIU' GRANDE L'esposizione occuperà 7 padiglioni (erano 6 nella passata edizione) per un totale 72.000 metri quadrati al coperto; ammontano invece a 35.000 metri quadrati le aree esterne che ospiteranno esibizioni sportive, spettacoli di stuntmen e freestyle e i test drive delle case riservati ai visitatori. Circa 1.000 mq saranno destinati agli incontri business, 2.000 mq saranno invece riservati alle grandi tematiche di attualità (sicurezza, ambiente, volontariato sociale ed economia) mentre ammontano a poco meno di 4.000 mq. le aree che ospiteranno premiazioni, convegni ed eventi. In sintesi, il Motor Bike Expo proporrà una panoramica praticamente completa della produzione motociclistica mondiale con tutte le novità di mercato, ospiterà le grandi stelle del firmamento custom con le loro esclusive creazioni, sarà teatro di premiazioni e presentazioni sportive, stimolerà il dibattito sui temi più sentiti dal mondo del motociclismo e offrirà divertimento e spettacolo nelle aree esterne.


LE CASE MOTOCICLISTICHE La presenza delle case motociclistiche è una costante dell'expo che si conferma anche per il 2010. Molte sono presenti in veste ufficiale, altre hanno delegato le maggiori concessionarie italiane a rappresentarle, di fatto però sarà possibile ammirare la gamma completa di Aprilia, Bimota Daelim, Ducati, Honda, HM-Honda, Kawasaki, Royal Enfield, Suzuki, Triumph e Yamaha.

ANTEPRIME E PRESENTAZIONI Tra le "premiere" del salone la Bimota DB8, versione biposto della supersportiva con motore Ducati 1098 e la HB4 Moto2, la moto che segna il ritorno della Factory Riminese nelle competizioni che contano. Sarà anche presentata la Daelim Roadwin 125 4T una moto proposta in quattro differenti allestimenti. HM - Honda porterà in mostra per la prima volta la versione 2010 delle piccole ma affascinanti CRE e CRM 50, da enduro e supermotard, anche nella versione Racing, e la nuova CRE F 125 nella configurazione Racing, monocilindrica 4 tempi per l'enduro che nasce come evoluzione del modello 2009. Fra i marchi storici spicca l'inglese Royal Enfield, sul mercato dai primi del ‘900 che, fedele al suo stile classico, porta la nuova Bullet Classic EFI con tre nuove e originali colorazioni. Quanto a Yamaha e Honda sarà, di fatto, la prima possibilità per il pubblico di vedere da vicino tutte le novità 2010 che fino ad oggi è stato possibile vedere solo sulla carta. Nel caso di Yamaha saranno esposte anche la M1 e la R1 campionesse del mondo con Valentino Rossi e Ben Spies.


CUSTOM E SPECIAL Dopo i grandi nomi del 2009, a Verona faranno passerella gli interpreti di maggior spicco della nuova scuola del custom. Si tratta dei californiani Roland Sands, ex campione di velocità per la prima volta in Italia e Jeff Decker, un autentico artista, molto legato all'Harley – Davidson; di Cole Foster, che può annoverare tra i suoi clienti più affezionati star del mondo dello spettacolo; della leggendaria dinastia dei Ness, dal capostipite Arlen al nipote Zac, fino alla Indian Larry Motorcycle, fedele interprete della kustom kulture. Tornerà poi Russel Mitchell con il suo marchio Exile insieme ai Battistini's.

CUSTOMIZER ITALIANI Presenti anche i maggiori customizer e preparatori italiani. Ad aprire l'elenco il numero uno, il mantovano Roberto Rossi, che a Verona porta tre esemplari unici su base Harley Davidson, una Softail Spring 1450, una Knucklehead tipo 74 di 1200 cc, realizzate pensando alle moto da corsa degli anni '40 e infine una XR 1000, un modello che vide la luce 1983 e prodotta in pochissimi esemplari.  Del gruppo fanno parte anche Ettore Callegaro "Blaster", straordinario interprete dell'arte del pinstriping, l'architetto Gianpiero Papasodero, che progetta e produce elementi di arredamento ispirati al mondo custom e, infine, il pirotecnico ed imprevedibile trio di talenti che si riconosce nella sigla "Traverso SpA" (dove SpA sta per Solo per Amore) e che comprende il padre di Valentino, Graziano Rossi, il flat tracker Marco Belli e Paolo Chiaia, realizzatori della bellissima Zaeta, l'unica moto italiana costruita per gli ovali.


CAMPIONATO MONDIALE In questo contesto si inserisce l'unica tappa italiana del Campionato Mondiale Costruttori Moto Custom, organizzato dalla rivista britannica "American Motorcycle Dealer" che ancora una volta ha scelto Verona per le selezioni, alle quali parteciperanno oltre 200 mezzi provenienti da tutto il Continente, una concentrazione di autentici gioielli hi-tech su due ruote che si contenderanno il posto per la finale mondiale di Sturgis. Dalla collaborazione con le riviste specializzate nascono anche i contest più attesi dal pubblico e dai preparatori, anche amatoriali. Freeway ha avviato da mesi il reclutamento dei mezzi che animeranno un Bike Show come sempre di altissimo livello e che prelude alla creazione di un vero e proprio campionato italiano costruttori. Lowride ha invece allestito il concorso Top 20 che permetterà a professionisti e amanti del custom di partecipare con chopper, bobber, kustom, bagger e full dresser, café racer e dragster; in palio premi ricchissimi.


AREE ESTERNE Supermoto, minimotard, trial indoor e acrobatico, freestyle, stuntmen e test drive sono solo alcune delle proposte che impegneranno le tre aree disegnate nel grande spazio che separa il Palaexpo (e gli ingressi in fiera) dai padiglioni dell'esposizione statica. Dunque il pubblico dovrà percorrere solo pochi metri per passare da uno spettacolo all'altro.

AREA A prospiciente il pad. 4, sarà riservata al trial. In collaborazione con Area 51 saranno predisposte alcune no stop tipiche dell'indoor sulle quali si esibiranno di continuo piloti giovani ed affermati. Nello stesso settore si troveranno le rampe per il trial acrobatico ed il BMX che consentiranno ai funamboli della "Pirate Troop" di proporre il proprio incredibile repertorio di acrobazie e virtuosismi.

AREA B, la più grande, situata in posizione centralissima, sarà destinata allo spettacolo "puro": protagonisti gli stuntmen di Scuola di Polizia, lo show che durante l'estate anima il parco di Mirabilandia e che a Verona vedrà alternarsi auto, moto e quad. Sempre a proposito di moto a 4 ruote, i ragazzi del Quad Acrobatic Group dimostreranno la versatilità di questi mezzi anche nell'utilizzo freestyle. Al gruppo Zoltrax, italian stunt riders, spetterà il compito di mostrare la quantità di acrobazie, sempre più spericolate, che si possono compiere su 2 ruote. Del gruppo di show men farà parte anche Nicola Impennatore, unico stuntman e freestyler italiano con la Vespa! E quando l'area sarà completamente libera, sarà il momento di Graziano Rossi, al Motor Bike Expo in versione "mago dei traversi".

AREA C/D Decisamente per puristi, infine, i due settori in cui sarà divisa l'area C/D con le esibizioni di Supermoto, Minimotard Mobster e con test drive gestiti direttamente dalle case.


LO SPORT Il mondo dello sport motociclistico guarda sempre con attenzione al Motor Bike Expo: in programma le premiazioni del CIV 2009 (classifiche speciali) e dei challenge nazionali di velocità Premier Cup, Roadster Cup, Trofeo Supertwins e Bridgestone Champion's. Quest'anno Veronafiere sarà anche teatro del Motorally Day, la giornata delle premiazioni dei campioni italiani 2009 e di presentazione della stagione 2010 che emigra da Bologna verso il Motor Bike Expo. L'evento è programmato per sabato 16 e proporrà in sequenza, dalle 14.00, le premiazioni dei tricolore Motorally e Raid TT, l'illustrazione dei calendari, l'anteprima del Sardegna Rally Race, prova di campionato del mondo, e, infine, il meeting moto rally, occasione di confronto tra piloti, team ed il Comitato Motorally della Federmoto. In calendario anche la conferenza stampa di presentazione del CIV 2010, del Trofeo Marco Papa, organizzato dal Moto Club Spoleto, del Motogiro d'Italia a cura del Moto Club Terni e del Trofeo Bridgestone Champion's Challenge. Numerosi come sempre i team presenti con le loro strutture, capaci di ricreare l'atmosfera che si vive nel paddock dei grandi appuntamenti agonistici.

AREA MERCATO Un vasto spazio all'interno del pad. 7 sarà riservato al mercato: grazie all'iniziativa Bike 4 Sale, che nasce dalla partnership tra Motor Bike Expo e la rivista Motosupermarket, privati e commercianti, versando una piccola quota d'iscrizione, potranno esporre e mettere in vendita veicoli già immatricolati.


INIZIATIVE ED EVENTI Un tessuto nuovo e resistentissimo, è quello che verrà presentato venerdì 15 gennaio, dalle 10.30 alle 13.30, nell'area esterna C/D, quando andrà in scena, un evento di grande impatto spettacolare, inedito per il nostro paese: BER Racing Italy, distributore esclusivo per l'Italia del marchio Esquad, farà indossare a 15 tester, scelti tra giornalisti, dealer e visitatori, i jeans per moto appartenenti a questa linea, realizzati in Legendary Armalith®, definito "il tessuto più resistente di tutti i tempi". Ciascun collaudatore sarà trascinato per 30 metri, alla velocità di 40 km/h, da un auto appositamente attrezzata, guidata da uno stuntman dello staff di Remy Julienne. La prova servirà a confermare che i jeans Esquad, comodi, pratici e adatti a ogni situazione, hanno una resistenza pari (se non maggiore) a quella offerta da una tuta di pelle.

PRESENTAZIONE RAID CAPE TO CAPE Il Motor Bike Expo ospiterà anche la presentazione in anteprima del Cape to Cape Motoraid 2010, nuova sfida del Marco Polo Team. Si tratta di un raid in moto da Cape Town a Capo Nord attraverso tutta l'Africa ed il Nord Europa. Un'avventura incredibile che collegherà i due capi più famosi della terra. Un' impresa lunga 24.000 km attraverso 15 nazioni: Sudafrica, Mozambico, Malawi, Tanzania, Kenia, Etiopia, Sudan, Egitto, Libia, Tunisia, Italia, Austria, Germania, Danimarca e Norvegia da percorrere in sella ad alcune BMW F 800 GS. Il raid 2010 si propone di sostenere il progetto di CUAMM-Medici con l'Africa di assegnazione di una borsa di studio ad uno studente di Medicina dell'Università di Beira in Mozambico, con l'obiettivo di formare personale specializzato in loco.

IMPEGNO SOCIALE L'Associazione Motociclisti Incolumi (AMI) terrà una conferenza nella quale verranno resi noti i dati sugli incidenti stradali che coinvolgono motociclisti, incidenti molto spesso dovuti a carenze strutturali e pericolosità delle strade italiane. Tra i relatori l'ispettore di polizia Borselli, uno dei massimi esperti del settore, un ingegnere del DISTART (Università di Bologna) che ha contribuito insieme all'AMI alla realizzazione del manuale sulla sicurezza e poi il Dottor Marco Guidarini che parlerà dell'importanza delle cause di lesioni e le cause d'incidente. Nell'occasione Guidarini presenterà anche la nuova edizione del suo libro "Una guida per che guida". Altro significativo accordo è quello raggiunto con l'AVIS, l'associazione nazionale dei donatori di sangue che, forte anche di un'antica e consolidata tradizione motociclistica, sarà presente con proprie strutture per informare il pubblico sull'importanza delle donazioni.

ORARI E PREZZI Motor Bike Expo sarà aperto al pubblico da venerdì 15 a domenica 17 gennaio 2010 con orario continuato 9.00 – 20.00. Il biglietto d'ingresso costerà 16,00 Euro (ridotto 12,00 Euro). Sono previste riduzioni anche per i soci della Federazione Motociclistica Italiana e per i soci H.O.G.® e del Ducati Owners Club che, oltre a godere dello sconto, potranno accedere al quartiere fieristico attraverso una corsia riservata, evitando le code agli ingressi. È possibile acquistare il biglietto anche in prevendita online su www.ticketone.it.

SPECIALE PER LE MOTO Per chi giungerà in moto a Verona sono previsti la biglietteria riservata ed il parcheggio gratuito all'interno del quartiere fieristico. Per favorire la partecipazione degli operatori specializzati, gli organizzatori hanno distribuito con largo anticipo 12.000 inviti destinati ad altrettanti professionisti e manager dei settori produzione, commerciale, marketing e comunicazione.

Intanto, allegata, godetevi la gallery dell'edizione passata.


(FONTE: MOTOR BIKE EXPO)


TAGS: motorbikeexpo bike expo 2010