Autore:

Frutto di 30 anni di storia ed esperienza sulla strada e in pista, il nuovo Stealth è stato progettato e sviluppato utilizzando le più avanzate soluzioni tecniche. Stylmartin ha puntato sull'aspetto sicurezza, ricorrendo ad accorgimenti come lo spoiler posteriore con sistema antitorsione A.F.S., la placca di protezione frontale, lo shock absorber sul tallone e le protezioni in sovrainiezione sullo snodo anteriore.

Tutto questo senza rinunciare ai dettagli come la protezione della zip e gli slider anteriore e posteriore, il primo in titanio, sostituibili.

Se prestazioni e sicurezza sono al primo posto fra le esigenze di chi va in pista, il comfort è altrettanto importante per chi utilizza uno stivale anche su strada e per lungo tempo.


Lo Stealth garantisce il massimo anche sotto questa angolazione: chiusura con regolazione micrometrica e doppia regolazione dell'ampiezza del polpaccio, nuovo snodo anteriore, imbottiture interne della tomaia, possibilità di regolare il canting, efficace sistema di aerazione, fodera traspirante e sottopiede anatomico antibatterico.

Anche uno stivale racing può essere estremamente curato nei particolari, e lo dimostrano le soluzioni adottate dai progettisti Stylmartin come gli inserti presenti nella parte interna dello stivale, realizzati in materiale bi-density antiscivolo e antigraffio per non usurare l'area di contatto della moto, o ancora la copertura della presa d'aria posteriore sostituibile in caso di rotture da impatto.

Alle prestazioni del nuovo Stealth si stanno affidando i piloti: Alex De Angelis, Mike di Meglio e Antony West, in Moto2, Efren Vazquez e Marco Ravaioli, nel Motomondiale 125, Andrea Boscoscuro e Lorenzo Zanetti, rispettivamente nelle Superstock 1000 e 600, Simone Saltarelli nella Superbike.

Disponibile nelle due varianti di colore nero e bianco, nelle misure da 40 a 47, lo Stealth costa 309,00 euro al pubblico.