TI SALVA DUE VOLTE
Dire che un casco può salvare la vita appare sicuramente come la più scontata delle affermazioni. Dire che la salva due volte però può non essere così scontato. Eppure è così, almeno nel caso dell' RX-7GP il nuovissimo modello top che Arai ha presentato alla stampa qualche giorno fa a Barcellona in un evento decisamente fuori del comune se si pensa che è stato dedicato "solo" ad un casco.

GRANDE EVENTO Ma la Arai aveva le sue ragioni. Il suo RX-7 è sempre stato il casco di riferimento sul mercato e con l'arrivo della nuova generazione la Casa Giapponese nata dalla passione di un cappellaio (il vecchio Signor Arai faceva cappelli) ha fatto un ulteriore, corposo, passo avanti. Si potrebbe parlare della nuova calotta rinforzata, o dei nuovi condotti per la ventilazione che abbassano ulteriormente la temperatura attorno alla testa del pilota. Oppure, si potrebbe anche parlare della nuova visiera più ampia (5 mm per lato) o del nuovo deflettore aerodinamico che consente di ridurre drasticamente gli scuotimenti del capo ad alta velocità, tutte cose "normali" che è in fondo è lecito attendersi da un casco di alto livello come l'RX-7 GP.


PER TOGLIERLO SENZA PROBLEMI
In realtà il progresso più importante questo casco si chiama Emergency Release System un nuovo sistema che consente ad un eventuale soccorritore di sganciare rapidamente i guanciali per liberare spazio preziosissimo attorno al viso del motociclista e di rimuovere il casco evitando ulteriori danni alla testa e alla colonna vertebrale. Tutti sanno che, spesso, nel malaugurato caso di incidente, i danni maggiori ai motociclisti arrivano proprio nel momento in cui si toglie il casco.

MINIMO DANNO Con questo sistema il problema se non risolto completamente viene almeno minimizzato. Un particolare da non sottovalutare. Il nuovo RX-7 GP sarà presto disponibile nei punti vendita Arai nelle solite grafiche replica (tra cui il nuovo Pedrosa) e nelle classiche calotte monocromatiche.


TAGS: arai rx-7 gp