Autore:
Giovanni Zamagni

Difficile dire se sia più sorprendente la prima vittoria in MotoGP di uno strepitoso Troy Bayliss in sella alla Ducati, o il trionfo nel mondiale di Nicky Hayden: sicuramente sono state entrambe inaspettate.

Bayliss ha conquistato un successo straordinario, in una gara nella quale tanti piloti avevano più di un motivo per chiudere alla grande la stagione più pazzesca della classe regina da molti anni a questa parte. Ma Troy, non avendo nulla da perdere, ha guidato come non aveva mai fatto in tre anni di MotoGP (2003, 2004 e 2005), nonostante non avesse mai utilizzato prima le Bridgestone, confermando che nel motociclismo è soprattutto la testa a fare la differenza, più del motore, del telaio, delle gomme, delle molle della forcella o di qualsiasi diavoleria elettronica.

Nicky, da parte sua, ha dimostrato che a volte, la forza di volontà può sopperire alla mancanza di talento. Ma perché Hayden ha vinto il mondiale e Rossi l'ha perso?


PERCHE' NICKY E' CAMPIONE

-Nicky ha vinto il suo primo titolo iridato della MotoGP perché è stato il pilota che ha sbagliato meno di tutti, cadendo tre volte e una sola in gara e non per colpa sua, all'Estoril quando venne abbattuto dal compagno di squadra.

-Nicky ha vinto perché in una stagione così incerta ed equilibrata, con ben sette vincitori differenti (non era mai accaduto), la regolarità paga di più dell'acuto, della prestazione assoluta.

-Nicky ha vinto perché guida una Honda, di gran lunga la miglior MotoGP del 2006.

-Nicky ha vinto perché il suo peggior risultato, a parte lo zero del Portogallo, è stato un nono posto e anche quando non era al meglio della condizione fisica-tecnica ha comunque portato a casa un sacco di punti.

-Nicky ha vinto perché quando ha un pilota davanti a fargli da riferimento, in pochi guidano bene come lui.

-Nicky ha vinto perché le nuove gomme Michelin hanno funzionato complessivamente meglio sulla Honda che sulla Yamaha.

-Nicky ha vinto perché è stato bravo, tenace, grintoso, non si è mai arreso neppure nei momenti più difficile.

-Nicky ha vinto perché invece di menare Pedrosa che lo aveva buttato a terra all'Estoril e i giapponesi della HRC che non avevano fatto nulla per evitare la follia dello spagnolo, ha avuto parole di comprensione per il compagno e per i responsabili del team, creando uno spirito di squadra che alla Honda non si vedeva da tempo, forse da mai.



PERCHE' VALENTINO HA PERSO

-Vale ha perso perché a Jerez Toni Elias l'ha buttato giù alla prima curva, facendogli perdere almeno 11 punti.

-Vale ha perso perché la Yamaha aveva il chattering, non riusciva a sfruttare le Michelin da tempo, perché, in definitiva, era tutt'altro che competitiva.

-Vale ha perso perché in Cina dalla gomma anteriore si è staccato un pezzo grosso così, quando il quarto posto (13 punti) era pressoché certo.

-Vale ha perso perché in Francia si è rotta una valvola del motore della Yamaha, mentre era al comando con un vantaggio abissale.

-Vale ha perso perché nelle libere del GP d'Olanda è caduto rompendosi un osso della mano destra, costringendolo a una gara in difesa.

-Vale ha perso perché il compagno di squadra Edwards in Olanda è caduto a dieci metri dal traguardo mentre era al comando, regalando così cinque punti ad Hayden.

-Vale ha perso perché negli Stati Uniti ha avuto un problema di gomme e si è pure rotto il motore.

-Vale ha perso perché in Portogallo Elias l'ha battuto per due millesimi (sei centimetri), perdendo così cinque punti fondamentali.

-Vale ha perso perché a Valencia ha sbagliato la partenza, pur scattando dalla pole position, si è innervosito così tanto che al quinto giro è finito a terra, ripartendo dall'ultima posizione staccatissimo e vanificando così un vantaggio di otto punti.

-Vale ha perso perché, per dirla con le sue parole: "Se avessi vinto, sarei stato imbattibile nell'era della MotoGP da 1000 cc, sarei diventato una specie di super eroe. Ma i super eroi esistono solo nei fumetti e nei telefilm, non nella vita reale".