Autore:
Luca Cereda

NOME PESANTE Dici “Ago” e hai detto tutto, almeno se parli a un motociclista. Dici 15 titoli mondiali e 122 Gran Premi vinti, numeri che fanno di Giacomo Agostini, fresco settantenne, non soltanto una leggenda bensì il numero uno di tutti i tempi nel motociclismo mondiale, ancora adesso. E oggi, per festeggiarlo come si deve, Yamaha ha deciso di dedicargli una versione speciale del suo best-seller. Livrea-racing vintage e accessori fuoriserie: ecco il TMAX 530 “Ago”.

COSA CAMBIA Considerato il nome che porta e personaggio che l’ha ispirato, ci saremmo aspettati anche un upgrade delle prestazioni. E invece, dal punto di vista tecnico, il TMAX 530 “Ago” non muove un bullone. La trasformazione agostiniana è tutta stilistica, a cominciare dalla livrea, ispirata alla Yamaha OW23 con cui l’asso bresciano ha vinto il Mondiale classe 500 nel 1975. Verniciatura bianca spruzzata di un rosso aranciato su scudo, coda e parafango anteriore, numero di gara a sfondo giallo – come una volta – e quindici stelle d’oro stampate sulla divisa, quindi. C'è anche una serie di parti speciali ad impreziosire l’allestimento del maxiscooter. Ecco servita la lista: sedile in vera pelle con logo “Ago” ricamato su Alcantara, scarico Akrapovic, leva freno e viteria in ergal griffati Lightech, borse e portachiavi della Aznom, targhette in titanio e porta-targa speciali.      


TAGS: yamaha tmax 530 "ago"