Autore:
Danilo Chissalè

VIVA IL ROMANTICISMO La Vins Motor company nasce dalla passione di cinque giovani ingegneri. E fin qui nulla di particolare, direte, se non fosse che i cinque ragazzi sono ex ingergneri Ferrari che hanno abbandonato il loro posto di lavoro da sogno per inseguire il loro sogno: realizzare una moto innovativa, esclusiva, ma soprattutto veloce. Nasce cosi la Vins Duecinquanta, disponibile in due versioni: Stradale e Competizione.

CONTROCORRENTE Il cuore pulsante di ogni due ruote che si rispetti è il motore. I ragazzi di Vins, in un epoca in cui i quattro tempi e le emissioni spadroneggiano, hanno fatto una scelta controcorrente, montando sulla loro Duecinquanta un motore bicilindrico a V di 90° due tempi da 249cc, in grado di sviluppare circa 80 cv. Nella versione Competizione la cilindrata sale a 288cc con la potenza che cresce fino a circa 90 cv. Nella versione stradale, il motore rispetterà le normative Euro 4.

BACKGROUND DA F1 Il background Ferrari dei progettisti è visibile dalle soluzioni tecniche che hanno scelto per il telaio e la ciclistica di questa Duecinquanta. Il telaio è un monoscocca autoportante in fibra di carbonio, concetto mutuato dall'esperienza in F1, e incorpora serbatoio e motore. Anche le sospensioni sono qualcosa di mai visto prima: al posto della classica forcella, all'anteriore troviamo un sistema a doppi triangoli sovrapposti, che permettono di regolare off-set, avancorsa, incidenza e interasse tramite due pratiche viti sotto la piastra di sterzo. Al posteriore c'è un mono ammortizzatore totalmente regolabile, montato - a  sorpresa - in posizione trasversale. Una soluzione che permette al mono di lavorare da entrambi i lati, dimezzando il movimento del forcellone e garantendo un assetto piatto. L'ampio utilizzo della fibra di carbonio permette di realizzare una moto ultraleggera, con la versione stradale che ferma l'ago della bilancia a 95 Kg e la Competizione che si ferma a 85 Kg.

LA QUALITA' HA UN COSTO Le Vins Duecinquanta hanno soluzioni ciclistiche all'avanguardia, fibra di carbonio in ogni dove, un motore dal concetto innovativo e l'esclusività della realizzazione fatta a mano di ogni singolo pezzo. Tutto ciò non può essere svenduto. E infatti la Duecinquanta in configurazione stradale costa circa 40,000 euro, mentre per la versione da competizione dovete rompere un maialino con dentro almeno 50,000 euro.


TAGS: eicma 2017 nuovi modelli vins nuovi modelli vins eicma 2017 caratteristiche vins duecinquanta caratteristiche vins duecinquanta stradale prezzo nuova vins prezzo nuova vins duecinquanta