Autore:
Michele Losito

EFFETTO MODA I modelli "vintage" della gamma Vespa si prestano bene a continue reinterpretazioni, come nel caso delle versioni "Vie della Moda" 2011 pensate per la Vespa GTV e la Vespa LXV e ispirate alla "special" Montenapoleone della passata stagione. Entrambe sfoggiano una particolare tinta Prugna, che esalta le linee retro di questi modelli e fa da contrasto alle cromature utilizzate per dare il giusto grado di raffinatezza a queste versioni speciali di Vespa. Le motorizzazioni in questo caso sono uniche, 300 per la GTV e 125 per la LXV.

RUBINO E CROMO Caratterizzata dal faro spostato sul parafango anteriore, in omaggio alla Vespa originaria, e dal manubrio "nudo" in tubo d'acciaio, la nuova Vespa GTV Vie della Moda si riconosce non solo per la tinta esclusiva, ma anche per la sella color rubino e in due pezzi, nonché dai cerchi a cinque razze cromati. Particolare anche il cupolino leggermente brunito, che completa la zona del manubrio proteggendo dall'aria della corsa.

PIU' TRADIZIONALE Un allestimento simile si ritrova anche su Vespa LXV Vie della Moda. In questo caso il faro anteriore è solidale al manubrio, che tuttavia rimane del tipo a tubo scoperto, e la linea è più vicina alla LX standard. Caratteristica anche la strumentazione, in un unico strumento dal disegno vintage particolarmente riuscito. Anche in questo caso la sella è in due pezzi, realizzata in ecopelle color rubino, in perfetto abbinamento cromatico con la tinta Prugna della carrozzeria.


TAGS: vespa gts eicma 2010