Autore:
Luca Cereda

CAMBIA DENTRO Tra le moto che si rinnovano all’Eicma 2012, grazie soprattutto ad alcuni accorgimenti tecnici, c’è anche la Daytona. Per la sportiva inglese arrivano un motore rivisitato, lo scarico basso e un ABS disinseribile di ultima generazione. Ma non è tutto: ecco, nel dettaglio, cosa offre la Triumph Daytona 675 2013.

QUI MOTORE La base del progetto resta sempre il tre cilindri tradizionale, intatta è la cilindrata, ma l’alesaggio è aumentato a discapito della corsa per consentire il raggiungimento di regimi maggiori. Aggiungeteci poi che le valvole sono in titanio e che arrivano nuovi doppi iniettori, con i corpi farfallati che respirano attraverso una presa d’aria dinamica maggiorata. Finita qui? No: il nuovo scarico, spostato in basso e non più vicino al codino, accresce di 3 cv la potenza (sono ora 128 cv a 12.600 giri) e di 2 Nm la coppia (totale 75 Nm) ridefinendo le prestazioni massimE; il nuovo scarico ha anche il merito di alleggerire la Daytona di un chilo e mezzo rispetto a prima.

1 CM DI SCONTO Infine c’è un upgrade anche per telaio e ciclistica. Sulla Triumph Daytona 675 2013 ecco una forcella Kayaba a cartuccia di ultima generazione, un monoammortizzatore rivisto, e, sulla versione “R” sospensioni Ohlins (mono TTX 36 e steli rovesciati con riporto NIX)  e un impianto frenante più evoluto con pinze Brembo monoblocco. E per chi non è ha il fisico di un cestista, buone notizie: sulla Daytona 2013 la sella si abbassa di 1 cm.


TAGS: eicma 2012 triumph daytona 675 2013