Autore:
M. A. Corniche

LE 1200 Il motore 1.200 spinge gli altri due rami della famiglia, la Bonneville più classica, la T120, e la Bonneville più sportiva, la Thruxton, entrambe con doppio disco anteriore. 105 Nm di coppia massima a 3.100 giri per la prima (+54% rispetto alla Bonneville che va a sostituire), 112 Nm a 4.950 giri per la seconda (+62% rispetto alla precedente Thruxton). Le Bonneville e le Thruxton sostituiscono al forcellone in tubi della Street Twin un forcellone in alluminio, ai cerchi in lega i cerchi a raggi, al monostrumento un cruscotto a due strumenti.

BONNEVILLE T20 La Triumph Bonneville T120 si ispira alla Bonneville del 1959 con tre combinazioni della colorazione bicolore (oltre al Jet Black e al Cilinder Red) e il classico logo cromato sul serbatoio. Ha sospensioni a corsa lunga, pensate per il comfort come la sua sella e aggiunge alla dotazione di serie un paio di setup del motore (Road e Rain). Ha il cavalletto centrale, i cerchi a raggi, i silenziatori a cerbottana, le filettature de serbatoio realizzate a mano e un bel maniglione cromato per il passeggero. È disponibile un kit Prestige che aggiunge cromo al cromo, con il caratteristico stemma a quattro barre sul serbatoio, la sella con il piping bianco, le frecce LED nere a proiettile, silenziatori slip-on a cerbottana Vance & Hines.

DARK SIDE La Bonneville T120 ha però anche una sua declinazione dark, la T120 Black che sostituisce il nero opaco alle finiture cromate e monta una bella sella sottile color tabacco. È disponibile con il serbatoio nero opaco Jet Black oppure in un elegante color grafite Matt Graphite che si sposa un gran bene con le finiture nere e la sella tabacco.

 


TAGS: Eicma 2015 tutte le novità dell'Eicma 2015 Triumph Bonneville 2016 Triumph Bonneville T120 2016