Autore:
Alessandro Codognesi

THE FUTURE IS NOW A quanto pare, stanno per finire i pomeriggi passati a cercare l’assetto perfetto, tra cacciaviti e click vari: la strada, tracciata anche dalla nuova Ducati Multistrada e dalla BMW HP4, sembra essere quella delle sospensioni a controllo elettronico del tipo semiattive. In poche parole, a seconda del vostro stile di guida, del manto stradale e di una moltitudine di altri parametri, i microchip decidono per voi come regolare l’ assetto. E non è tutto: lo fanno istante dopo istante. Anche Tenneco Marzocchi ha in cantiere un progetto del genere, che presenterà ufficialmente al prossimo Salone del motociclo, l’ EICMA 2012. E a detta loro, sarà il sistema più evoluto al mondo.

NEL DETTAGLIO Nello specifico, Tenneco Marzocchi ha sviluppato un pacchetto completo, comprensivo di forcella, ammortizzatore, centralina elettronica e sensoristica, così che lo scorso 1 ottobre, sono stati effettuati una serie di test presso il circuito di Adria, mettendo alla frusta le soluzioni affinate durante gli ultimi mesi. E, a quanto pare, i risultati sono stati più che soddisfacenti, indicando un ottimo rendimento del sistema anche in condizioni limite come quelle della pista, dove sono necessari tempi di risposta istantanei.

NON SOLO PISTA Dalla pista il passaggio obbligato è però alla strada, perché in Tenneco Marzocchi trasferiranno i dati e i contenuti elaborati tra i cordoli sui prodotti che poi vedremo su strada, per esempio sulle naked (come in gallery). Staremo a vedere se questo rappresenta veramente il futuro delle sospensioni; intanto appuntamento al prossimo EICMA 2012.


TAGS: sospensioni marzocchi sospensioni semiattive