Autore:
Luca Cereda

NOSTALGIA CANAGLIA Con tanti saluti alla Gladius, la Suzuki SV650 torna a prendersi il suo posto a mezza altezza del listino della casa di Hammamatsu. Un ritorno all’antico nel nome e un cambiamento di sostanza, tanto nello stile quanto nei contenuti tecnici.

CE N’E’ PER TUTTI Tornata SV, la media di Suzuki non abbandona però le caratteristiche che l’hanno sempre contraddistinta. Resta soprattutto una moto facile (pesa 195 chili a secco, poco più nella versione con ABS) anche se i 76 cv del suo cuore da 645 cc di cilindrata (omologato Euro 4) consentono ai piloti più esperti di togliersi qualche sfizio. E sarà anche una moto adatta ai commuter, dal basso dei suoi 3,8 l/100 km di consumo dichiarato.

HIGH TECH Rispetto alla Gladius, la Suzuki SV650 è soprattutto più moderna. Sia nello stile, con un codino di luci a led (mentre il faro tondo riappare dalla vecchia SV), sia nelle tecnologie, come il nuovo display LCD, il Suzuki Easy Start System – già visto sulla GSX-S1000 – e il Low RPM Assist, per rendere la guida più fluida quando il motore gira a bassi regimi.  


TAGS: suzuki eicma Eicma 2015 suzuki SV650L7