Autore:
Paolo Sardi

A VOLTE RITORNANO Ci sono moto che attraversano come meteore il firmamento del mercato moto, scomparendo in un amen, e altre che, invece, rimangono in listino per lustri e lustri. Del secondo gruppo fa parte la Suzuki Bandit 1250, che all'ultimo Salone di Milano, l'Eicma 2014, ha visto sfilare in passerella una nuova variante, la Suzuki Bandit 1250S ABS 2015, nome in codice GSF1250SA. In pratica si tratta del ritorno a catalogo della Bandit semicarenata, accanto alla più turistica versione F, che invece sfoggia una carena completa (F come fairing in inglese...).

POCA SPESA, TANTA RESA Questa moto ha regalato in passato grandissime soddisfazioni alla Casa di Hamamatsu e i vertici Suzuki sono convinti che la sua formula "poca spesa, tanta resa" possa essere apprezzata anche oggi. La Suzuki Bandit 1250S ABS 2015 viene proposta infatti a solo 9.500 euro f.c., un prezzo molto interessante per una moto di grandissima sostanza, spinta da un motorone con i fiocchi. Gli ingegneri nipponici lo hanno infatti voluto pieno di coppia ai bassi (108 Nm a 3.700 giri) e con una potenza ragionevole (98 cv) per muoversi bene anche in coppia e macinare chilometri senza stress. Ciò non toglie però che la Suzuki Bandit 1250S ABS 2015 sappia anche tirare fuori gli artigli, all'occorrenze e per esaltare l'indole da giramondo o quella da mangiacurve si può attingere a un ricco catalogo di accessori in cui spiccano, come esempi, un bauletto da 47 litri e il silenziatore Yoshimura.


TAGS: suzuki bandit 1250s abs 2015