Autore:
Giulio Scrinzi

PICCOLO È MEGLIO Nel mese di settembre i piani della giapponese Suzuki sono quelli di ampliare la propria gamma... verso il basso. Saranno tre i modelli di punta che entreranno a listino: innanzitutto le due sorelle GSX-R125 e GSX-S125, che condividono lo stesso motore ma presentano due stili nettamente differenti. La prima è più sportiva e senza compromessi, come le più prestanti della categoria Supersport e Superbike, mentre la seconda ricalca le naked facili e divertenti dalla seduta più rilassata. Ma non è tutto, perchè questo trio di novità sarà completato dalla V-Strom 250, pensata per chi vuole una due ruote pratica e capace di affrontare qualsiasi situazione.

GSX-R125 Iniziamo dalla prima, la piccola GSX-R125: essenzialmente è una sportiva in scala ridotta che ricalca le più prestanti sorelle maggiori e riprende le caratteristiche che le hanno portate ad essere il punto di riferimento nel panorama sportivo delle due ruote. La carenatura di questa ottavo di litro è piccola e filante e nasconde un telaio compatto e molto stabile, inoltre la seduta della sella è sufficientemente bassa per affrontare senza alcun timore qualsiasi manovra, anche da fermi. Per quanto riguarda il motore, la Casa di Hamamatsu ha scelto un monocilindrico Euro 4 DOHC a quattro valvole capace di garantire prestazioni brillanti e, allo stesso tempo, consumi estremamente contenuti, grazie anche al Suzuki Easy Start System che avvia il propulsore senza alcuna incertezza. La disponibilità? In nero al prezzo di 4.590 euro e nello storico blu delle GSX-RR che corrono in MotoGP per soli 100 euro in più.

GSX-S125 Passando alla GSX-S125, possiamo notare che le soluzioni adottate per la gemella sportiva sono state scelte anche per questa piccola naked, che fa dell'agilità e della leggerezza i suoi punti di forza. Questa ottavo di litro, infatti, sarà in grado di primeggiare grazie al miglior rapporto peso/potenza della categoria, ma anche per le sue dimensioni contenute e per una destrezza nel traffico senza precedenti. La posizione di guida, eretta, comoda e dal manubrio largo, permetterà al pilota di portare a termine qualsiasi manovra nel minor spazio di sterzata. Il motore, invece, è lo stesso che equipaggia la sorella GSX-R125. Per quanto riguarda la disponibilità, la GSX-S125 sarà proposta in nero e nella colorazione rossa e nera al prezzo di 4.090 euro, mentre per avere la splendida livrea che riprende i colori del team ECSTAR della MotoGP bisognerà sborsare, come prima, 100 euro in più.

V-STROM 250 Se cercate, invece, una moto tuttofare che vi permetta di guidare al meglio nel traffico ma anche di partire all'avventura in maniera spensierata, allora la nuova V-Strom 250 è quello che fa per voi. La piccola della leggendaria famiglia della Casa di Hamamatsu mette al primo posto la versatilità e la praticità in ogni condizione di utilizzo, alle quali si aggiunge un'autonomia di oltre 500 km e dei consumi eccezionalmente bassi. Il motore è un bicilindrico capace di sopportare veramente di tutto, dai lunghi viaggi al tragitto casa-lavoro grazie alle sue ottime doti di ripresa. Prezzo e versioni? La V-Strom 250 sarà disponibile nel colore nero con grafiche rosse o nella classica livrea gialla da off-road, due colorazioni che avranno lo stesso prezzo di 5.740. euro


TAGS: suzuki Suzuki V-Strom 250 Suzuki GSX-S125 suzuki 2017 suzuki gsx-r125