Autore:
Michele Losito


CRESCITA VELOCE
Solo poco prima dell'estate sul Piaggio Carnaby aveva fatto il suo debutto la brillante motorizzazione 250 ad iniezione elettronica. Ora, per gli uomini di Pontedera, è già il momento di una versione ancora più prestante, equipaggiata con il 300 - in realtà un 278cc effettivi - già visto su Vespa GTS Super e Nexus 300 e accreditato di ben 22 cavalli e 22,3 Nm.

VESTITO NUOVO Per non creare eccessive sovrapposizioni di modelli, però, Piaggio ha colto l'occasione per ridisegnare il vestito del Carnaby di maggior cilindrata, trasformandolo in questa versione Cruiser. Le linee dello scudo anteriore diventano così più importanti, mentre il doppio faro basso del Carnaby standard è stato sostituito da un bel faro tondo, montato però sul manubrio. Cambia anche la linea del posteriore, anche se lo stile complessivo si avvicina così a quello di una moto, ma anche allo stesso Beverly Cruiser 500.

ACCESSORI DA CRUISER Dal mondo moto - o meglio dal mondo cruiser - arrivano poi tutta una serie di accessori cromati: faro, manipole, strumentazione e specchietti, che caratterizzano il modello. Il quale, sotto pelle, è però pur sempre il Carnaby presentato un paio di stagioni fa. Le ruote sono quindi ancora nell'accoppiata 16" anteriore e 14" posteriore, mentre l'impianto frenante può contare su un grosso disco singolo anteriore da 260mm.



TAGS: eicma 2008 piaggio carnaby cruiser 300