Autore:
Paolo Sardi

VENIAMO AL SODO Se da una parte Peugeot guarda al futuro, con i modelli elettrici eVivacity ed eSatelis (quest'ultimo esposto al Mondial de l'Automobile di Parigi e non all'Intermot), dall'altra bada anche al presente con una proposta molto concreta, il Citystar. Questo scooter appartiene a un segmento, quello dei GT compatti, che in Italia non ha sinora sfondato, ma quelli del Leone non nascondono un certo ottimismo, viste le credenziali del mezzo. 

VANO MATRIMONIALE La linea è senza tanti grilli per la testa, con  uno stile misurato che non fa girare la testa ma che dovrebbe invecchiare abbastanza bene nel tempo. L'asso nella manica del Citystar è rappresentato dalla notevole praticità regalatagli dalla pedana piatta e dal grande vano sottosella, che, secondo la Casa, dovrebbe essere in grado di accogliere contemporaneamente un casco integrale e uno jet.

 125 PER INIZIARE In attesa del 200 che completerà la gamma in un secondo momento, questo Peugeot è atteso sul mercato spinto dal 125 monocilindrico a quattro tempi già visto su altri modelli ma qui profondamente rinnovato per abbattere i consumi. Le ruote sono da 13" ed entrambe montano un freno a disco, anteriore da 240 mm e posteriore da 210 mm. Quanto infine al prezzo, si parla di una cifra attorno ai 3.000 euro.


TAGS: peugeot anteprima 125 intermot eicma 2010 citystar esatelis evivacity 200 Intermot Colonia 2010