Autore:
Emanuele Colombo

LA PIÙ AMATA DAGLI ITALIANI In occasione di EICMA 2017 la nuova Moto Guzzi V85 vi era piaciuta tantissimo e in attesa di poter toccare con mano la versione di produzione della nuova enduro italiana, ecco tutte le informazioni disponibili al momento, oltre a una ricca fotogallery. Pensata per motociclisti di qualunque corporatura e livello di esperienza, la Moto Guzzi V85 vuole essere una moto facile. La sezione mediana è snella, così da rendere più facile appoggiare saldamente i piedi a terra al semaforo. Sella e proporzioni la rendono comoda per i viaggi in coppia, tanto più che il telaietto posteriore agevola il montaggio delle valigie. Entrambe le leve al manubrio sono regolabili, per ottimizzare l'ergonomia.

PER LA BUONA E LA CATTIVA STRADA Il design del serbatoio è un richiamo ai raid africani degli anni 80 e il parafango anteriore alto strizza l'occhio al fuoristrada vero. Le ruote sono una soluzione di compromesso per non spostare troppo l'equilibrio né verso l'impiego turistico stradale né verso l'off-road duro e puro, sono infatti a raggi, con l'anteriore da 19 pollici di diametro e la posteriore da 17 pollici. Di compromesso sembra anche la scelta delle gomme, scolpite sì, ma senza esagerare. Ma le gomme, si sa, si cambiano alla svelta.

SOSPENSIONI OHLINS Di gran pregio è la componentistica, che prevede sospensioni Ohlins ad ampia escursione, con la forcella a steli rovesciati di grande diametro e il mono posteriore dotato di serbatoio separato: regolabile sia nell'idraulica sia nel precarico è infulcrato direttamente nel forcellone in alluminio che ospita la trasmissione a cardano, senza leveraggio progressivo. Da parte sua, il forcellone è asimmetrico, con il braccio sinistro incurvato per consentire un andamento più rettilineo dello scarico.

FRENI BREMBO Il telaio è nuovo: realizzato in tubi di acciaio, sfrutta il motore come elemento stressato per raggiungere la necessaria rigidezza senza appesantire troppo la struttura. Moto Guzzi ne sottolinea la robustezza nell'ottica di un impiego fuoristradistico. L'impianto frenante è marchiato Brembo e dotato di ABS (come peraltro è d'obbligo), con doppio disco anteriore lavorato da pinze a montaggio radiale. Il doppio proiettore anteriore con luce diurna a LED mostra orgogliosamente l'aquila di mandello stilizzata. La dotazione prevede poi un quadro strumenti completamente digitale, a sottolineare la modernità del progetto, e tra le funzioni per migliorare il comfort e la sicurezza in viaggio spiccano il cruise control e la possibilità di scegliere diverse mappature motore secondo le condizioni dell'asfalto.

UN MOTORE, UNA FAMIGLIA Su V85 debutta il nuovo motore bicilindrico a V trasversale di 90° da 850 cc raffreddato ad aria, che eroga 80 CV di potenza privilegiando il tiro fin dai bassi regimi. La piattaforma tecnica del V85 sarà la base su cui Moto Guzzi svilupperà una nuova famiglia di moto di media cilindrata, declinate per andare incontro a differenti destinazioni di utilizzo. Su questo particolare, Guzzi non si sbilancia ancora: alluderà a una naked? A una heritage? A una sportiva? Intanto, quella da turismo l'abbiamo vista e non vediamo l'ora di provarla.


TAGS: moto guzzi v85 nuova moto guzzi v85 nuova guzzi v85 nuova enduro guzzi moto guzzi enduro nuova cuiser guzzi nuova moto guzzi enduro nuova moto guzzi cruiser moto guzzi v85 foto moto guzzi v85 fotogallery moto guzzi v85 caratteristiche grandi novità 2018