Autore:
Danilo Chissalè

GRADITO RITORNO Dopo tanti tentativi di rinascita, spesso senza grande successo, la Lambretta sembra essere finalmente risorta dalle sue ceneri, e sancisce il suo gradito ritorno con la nuova Lambretta V-Special.

CHIARE ORIGINI La nuova Lambretta V-Special ha ben in mente le sue origini, il design (firmato dallo studio KISKA, famoso per i design di KTM e Husqvarna) è fortemente ispirato alla sua antenata così come il corpo in acciaio e le decorazioni in alluminio. Ora c'è la possibilità di cambiare i gusci laterali (disponibili addirittura in carbonio).

TECNOLOGIA DEL 21 SECOLO La nuova Lambretta V-Special è al passo con i tempi. Le motorizzazioni disponibili sono 3: 50cc, 125cc e 200cc e sono tutte Euro 4, la frenata è affidata a due freni a disco e controllata dal sistema ABS nelle motorizzazioni grandi, mentre disco e tamburo per il piccolo V50. La stumentazione è digitale e mostra livello del carburante, orologio, carica della batteria e contachilometri, mentre, lieta notizia per i puristi del marchio, il tachimetro è rimasto analogico. Belli i fari con il nome del marchio al loro interno e le frecce a LED.

DA FEBBRAIO Il marchio Lambretta verrà distribuito in Italia dal gruppo KSR, da febbraio 2018 sarà disponibile una preserie limitata, mentre da marzo 2018 saranno disponibili i modelli di serie. Già fissati i prezzi, la V50 Special partirà da 2.799 euro, la V125 Special da 3.399 euro e la V200 Special da 3.999 euro tutti franco concessionario e IVA inclusa.


TAGS: novità eicma 2017 nuovi modelli eicma 2017 nuova lambretta nuova lambretta eicma 2017 prezzo nuova lambretta nuovi modelli lambretta lambretta v-special