Autore:
Stefano Cordara

RACING DI SERIE Il ragionamento è semplice. Visto che sono sempre di più i proprietari delle supersportive che non appena escono dal concessionario tolgono fari frecce e targa e preparano la moto per utilizzarla solo in pista, tanto vale proporre loro una moto già bell'e pronta per girare in circuito.

SOLO PER LA PISTA Nasce da questa idea la RC8 R Track, moto che, secondo KTM, è l'anello di congiunzione tra i prodotti stradali e la RC8 Factory del team ufficiale che ha appena vinto il titolo tedesco con Stefan Nebel e Martin Bauer. Non occorre occhio di falco per capire che questa RC8 è già pronta per correre, in pratica si tratta di una moto Stock venduta "chiavi in mano".

BOMBARDATA La preparazione di serie tocca praticamente ogni componente della moto. Il motore utilizza guarnizioni della testa ribassate per aumentare la compressione e una mappatura specifica per il motore che utilizza anche uno scarico Akrapovic Evo4, completano il quadro, un filtro aria racing, il cablaggio alleggerito e il quick shifter montato di serie.

180 CV Tutto per 180 cv tondi. Anche la ciclistica è stata perfezionata con sospensioni WP Racing (diverse e più evolute di quelle della RC8 R) e pastiglie freno racing ad alte prestazioni. Molti i particolari del catalogo Power Parts utilizzati, a partire dalle pedane per passare alle protezioni anticaduta. Così equipaggiata la Track non è solo pronta per girare in pista ma è anche già pronta per correre in qualsiasi campionato nazionale. Il prezzo non è ancora stato definito.


TAGS: ktm ktm rc8r eicma 2010 ktm rc8r track Intermot Colonia 2010