Autore:
Danilo Chissalè

BECCATA La KTM 790 Adventure R ha ricevuto molte attenzioni durante l’ultimo EICMA, diventando uno dei prototipi più apprezzati del salone. La cattiva notizia è che per vederla in strada dovremo aspettare ancora un anno. La curiosità di sapere come sarà il modello definitivo è molta, ma grazie ai colleghi di motorcycle.com siamo in grado di vedere alcuni scatti rubati durante un giro di collaudo per le strade spagnole.

SIMILE La KTM sta collaudando la sua 790 Adventure in tre diverse configurazioni, tutte molto simili al prototipo che abbiamo apprezzato a novembre durante EICMA. Le tre versioni differiscono principalmente nella configurazione della parte anteriore del mezzo e nella tipologia di sella che può essere sdoppiata o pezzo unico. Le tre versioni in prova non differiscono nella parte tecnica che rimane condivisa con il modello stradale Duke 790, la propulsione è affidata al bicilindrico parallelo LC8c 799 cc in grado di sviluppare 103 cv a 9000 giri/min e una coppia massima di 86 Nm.

TIPO 1 La prima versione è quella che cambia di meno rispetto al prototipo 790 Adventure R Prototype. Il parafango da motocross è montato subito al di sotto del faro anteriore, proprio come nella versione provvisoria. A differenziare la moto prova rispetto alla Prototype c’è la strumentazione digitale (in luogo del road book di ispirazione dakariana) e la pinza freno posteriore che qui è a due pistoncini (nel prototipo la pinza posteriore prevedeva solo un pistoncino). Differenti anche gli pneumatici che mostrano un tassello meno estremo, più improntato all’utilizzo su strada.

TIPO 2 La seconda versione, pizzicata durante un test in fuoristrada con pneumatici tassellati, abbandona il parafango da cross in luogo di uno basso, più stradale, montato sopra la ruota anteriore. Come il Tipo 1, monta un piccolo plexi fume sopra il faro anteriore e lo scarico che ,per ovvie ragioni di omologazione, differisce dal sistema Akrapovic non omologato presente sul prototipo visto ad EICMA.

TIPO 3 La terza versione è stata utilizzata prevalentemente per dei test in ottica turistica. A differenza delle versioni precedenti, questa è l’unica con un tris di valige e la sella sdoppiata, più comoda nel caso in cui si volesse trasportare un passeggero. Anche su questa versione lo scarico è diverso da quello della Prototype.

EICMA 2018 La moto sembra essere ormai in versione quasi definitiva, quale delle tre opzioni verrà scelta non è ancora certo, a questo punto perché non pensare ad una moto con tre allestimenti diversi: uno turistico, uno per i viaggi in coppia e uno estremo per gli amanti dell’avventura? Lo scopriremo solo a EICMA 2018, luogo scelto da KTM per la presentazione ufficia


TAGS: