TEMPO DI RALLY Siamo in inverno, fuori piove nevica e tira vento. Eppure per qualcuno questa è una stagiona calda, anzi bollente. Quando, infatti, alle nostre latitudini stiamo pensando solo ai regali di Natale per chi affronta i grandi rally-raid (una volta avremmo aggiunto africani ma ormai non è più così visto che la Dakar si corre in Argentina). La cosa vale anche per chi con questi Rally (e non solo loro) ha creato un marchio vincente in tutto il mondo.

MADE IN AUSTRIA Parliamo di KTM, ovviamente, che dopo essersi ritirata ufficialmente dai rally lo scorso anno (una sorta di protesta contro gli organizzatori della Dakar che hanno deciso all’ultimo minuto di limitare la cilindrata delle moto a 450 cc estromettendo di fatto le 690 austriache rientrate poi in gara all’ultimo momento grazie all’utilizzo degli air restrictor) dove ha dato solo supporto tecnico a piloti “privatiha deciso di rientrare alla grande con una nuova moto ufficiale con cilindrata 450.

DEBUTTO VINCENTE La Rally 450 è stata presentata in grande stile allo scorso Eicma come la nuova arma KTM per vincere nei raid, ovvio che l’obbiettivo resti la Dakar ma intanto la “piccolina” per non farsi mancare niente si è fatta le ossa nel Rally del Marocco dove è stata collaudata e, manco a dirlo, ha vinto al debutto. Il progetto della nuova Rally 450 è nuovo la moto è più leggera e ha serbatoi più piccoli (perché il motore consuma meno) e una carenatura rifatta completamente. Nel video (caratterizzato anche immagini emozionanti) Despres spiega come sia stata riposizionata anche la strumentazione piazzata più in basso per abbassare il baricentro.

NUOVA CICLISTICA Nuova anche la ciclistica con il forcellone d’alluminio che è mosso da un leveraggio progressivo come del resto era anche per la 690. Ora le moto sono in viaggio per l’Argentina, la Dakar 2011 partirà come tradizione il 1° di gennaio da Buenos Aires per concludersi il 16 gennaio sempre a Buenos Aires dopo 9500 km tra Argentina e Cile.


TAGS: ktm rally 450