Autore:
Massimo Grassi

CATTIVA AFFILATA Nata dalle matite dei designer di KISKA e portata qui e là nel mondo per percorrere chilometri su chilometri di test, la nuova KTM 1290 Super Duke R atterra ad Eicma 2016 con una massiccia dose di cattiveria. Linee ancora più taglienti vi ci potreste fare la barba e il bicilindrico di 1.301 cm3 arriva a 130 kW (177 cv) a 9.750 giri, in grado emettere il 10% in meno di CO2, per un peso a secco di circa 195 kg. Ed è solo l’inizio.

LISTA INFINITA Elencare tutte le novità presenti a bordo della nuova KTM 1290 Super Duke R presentata a Eicma 2016 è dura. Iniziamo con quelle più importanti: detto del motore (con rapporto di compressione di 13.6:1 e omologato Euro 4) ecco il manubrio più basso e largo, per una posizione di guida ancora più aggressiva. Si può poi contare su un nuovo monitor TFT multifunzione per tenere d’occhio numerose informazioni, come ad esempio quelle relative al cruise control, funzionante tra i 60 e i 200 km/h. Per fendere meglio l’aria ci sono poi nuovi spoiler sul serbatoio e nuove prese d’aria.

MOLLE NON MOLLI Nuovo è anche il comparto ammortizzatori: forcella regolabile WP anteriore con steli rovesciati da 48 mm e molle dalla taratura più sportiva. Anche al posteriore c’è un forcellone firmato WP tarato per la guida più sportiva.

PER CHI AMA LA PISTA Se siete amanti dei track day e vorreste portare la KTM 1290 Super Duke R sull’asfalto di un circuito, potete scegliere il Track Pack che oltre alla modalità di guida specifica per la pista, che agisce sulla mappatura del motore, sulla taratura dell’MTC e sul launch control. Se preferite rimanere un po’ più cauti ma volete comunque qualcosa di più c’è anche il Performance Pack che integra regolazioni per il motore, per la trasmissione e il KTM MY RIDE, per collegare in wireless il proprio smartphone.


TAGS: ktm naked ktm 1290 super duke r eicma 2016 novità eicma 2016 ktm eicma 2016