Autore:
Paolo Sardi

MANOLESTA Un'incomprensione, una fugace apparizione sul sito ufficiale, una mano veloce che fa uno screenshot e il gioco è fatto. In men che non si dica, ecco finire in rete la prima immagine senza veli della nuova KTM 1190 Adventure, con tanto anche di peculiarità tecniche elencate diligentemente a lato. In anticipo rispetto al debutto al Salone di Colonia, si può così passare sotto la lente d'ingrandimento la nuova globetrotter di Mattighofen.

ELETTRONICA AL POTERE La vista di tre quarti anteriore mostra una moto che resta fedele allo stile geometrico che fa da family feeling nel listino austriaco, anche se non ci sono gli spigoli vivi visti in altre occasioni. Come dicono le scritte in tedesco, la KTM 1190 Adventure dispone di sella e parabrezza regolabili. Alle spalle di quest'ultimo si annuncia un cockpit multifunzione con computer di bordo, che permette di tenere sott'occhio i settaggi del controllo di trazione e del C-ABS (con modalità specifica per il fuoristrada), oltre alla mappatura prescelta. Il motore bicilindrico è accreditato di 150 cv, dispone di due candele per cilindro ed è comandato da un sistema ride by wire, mentre sul fronte trasmissione è certa la presenza di una frizione antisaltellamento.

DUE POLLICI IN MENO Una novità succulenta si nota anche sul fronte ciclistico. La KTM 1190 Adventure ritratta nell'immagine adotta infatti una ruota anteriore non più da 21", come la 990 Adventure, bensì da 19", scelta che la dice lunga sulla maggior vocazione stradale e turistica di questo modello, per il quale è scontata la presenza di una lunga lista di accessori da viaggio. I puristi aspettino però a storcere il naso, perché non è detto che a questa versione non possa affiancarsene una seconda con spirito offroad e classica ruotona.


TAGS: ktm 1190 adventure