Autore:
Stefano Cordara

FACCIA DA VERSYS Alla fine, giocare la carta del look ardito è stata una mossa vincente. Con quella faccia un po' così la Kawasaki Versys ha venduto bene (1.878 pezzi nel 2008, 1.144 da gennaio ad Agosto di quest'anno) ed è una delle crossover più apprezzate dal mercato. Di questa moto è piaciuta la versatilità (appunto, visto il nome…) che la rende una ottima compagna per un utilizzo a 360° con un'ottima attitudine ai viaggi.

UN OCCHIO AL TURISMO La vocazione turistica è quella che Kawasaki intende enfatizzare sul modello 2010. A tre anni dal suo arrivo sul mercato, la Versys riceve oltre ad un restyling che interessa un po' tutte le sovrastrutture (un po' più spigolosa, con il faro anteriore è ancor più caratterizzante che in precedenza) e una serie di migliorie e accorgimenti che hanno lo scopo di renderla più comoda e sfruttabile. Il cupolino ad esempio ha ora una nuova conformazione più protettiva e un plexiglas regolabile meccanicamente in altezza su tre posizioni.

SELLA A DUE PIAZZE La sella è stata ridisegnata per migliorare il comfort di pilota e passeggero sulle lunghe distanze. Il rivestimento in gomma sulle pedane del pilota c'era già, adesso arriva anche su quelle del passeggero per attenuare le vibrazioni. Inoltre, il passeggero ha ora a disposizione due maniglie più comode cui appigliarsi durante la guida. Sempre nell'ottica di una maggiore funzionalità della moto sono nuovi gli specchietti (più visibilità posteriore) e arrivano dei ganci sotto il codino, utili per fissare un bagaglio "volante" sulla sella.

TECNICA CONFERMATA Se gli interventi su estetica e funzionalità sono stati profondi, la tecnica è invece invariata. Nessuna novità per il motore bicilindrico frontemarcia da 654 cc capace di 64 cv a 8.000 giri. Così come non cambiano materiali, andamento e misure del telaio (1.415 mm di interasse, 25° inclinazione cannotto), e freni (dischi a margherita da 300 mm anteriormente e 220 mm posteriormente).

ATTACCO ELASTICO La novità riguarda invece il fissaggio del motore all'interno del telaio stesso. Come già accaduto sulla ER-6n e F anche la Versys 2010 adotta un attacco elastico superiore (sulla attuale è fisso) allo scopo di limitare il tasso di vibrazioni trasmesse a pilota e passeggero. Nessuna notizia invece sul prezzo, che verosimilmente non dovrebbe essere molto distante da quello attuale. Naturalmente la nuova Versys sarà una delle novità che potremo vedere all'EICMA.


TAGS: kawasaki versys kawasaki 2010 eicma 2009