Autore:
Alessandro Codognesi

ONLY IN AMERICA? Al recente International Motorcycle Show di New York, kermesse motociclistica americana, la Casa di Akashi ha presentato la nuova Kawasaki KLR650 2014. Moto già stravenduta negli States, per chi non lo sapesse fino ai primi anni dopo il 2000 la KLR650 era venduta anche in Italia, dove la piccola monociclindrica si è ricavata una bella schiera di aficionados. Purtropppo, la rincorsa a moto sempre più avanzate tecnologicamente ha un po’ offuscato la vista ai motociclisti, che abbagliati da parole come Ride by Wire, Traction Control e via dicendo, si sono dimenticati quanto siano versatili le economiche dual sport. Ma forse, con la crisi che non accenna ad allentare la morsa, torneranno in voga anche in Italia moto semplici ed economiche come la KLR.

NEW MODEL…SI FA PER DIRE D’altra parte, oltre alle nuove colorazioni Candy Lime Green/Ebony, Metallic Flat Raw Graystone/Ebony e Pearl Stardust White/Ebony le novità non sono poi molte. Ci sono la nuova sella, più confortevole, e delle sospensioni riviste. In particolare, la forcella con steli da 41 millimetri ha molle più rigide del 40% e taratura completamente rivista; identiche le modifiche anche per il monoammortizzatore, che rimane regolabile nel precarico. Confermati in toto invece l’accoppiata motore-ciclistica, con il primo che rimane il collaudato monocilindrico da 651 cc a carburatore capace di circa 42 cv a 7.000 giri, il secondo invece è un telaio doppia culla in acciaio, semplice ma iper-robusto. Rimangono anche la ruota anteriore da 21” e posteriore da 17”.  Con queste dotazioni, la Kawasaki KLR650 è venduta in America a 6,599 dollari, l’equivalente di 4.830 euro. E se la vendessero anche da noi a un prezzo del genere? Voi la comprereste?