Autore:
Stefano Cordara

CUSTOMIZZATA Già di serie sembra una special ma che la VT1300CX (Battezzata Fury negli Stati Uniti) sia nata per offrire una specie di “foglio bianco” da offrire ai customizzatori di tutto il mondo appare piuttosto evidente. Certo, non c’è da stupirsi se sulla VT si accaniscono i customizer, un po’ più inusuale che lo faccia la stessa Honda proponendo tre concept davvero estremi. L’operazione arriva direttamente dal reparto R&D americano che si è dato molto da fare affrontando i tre temi principali del mondo custom cruiser.

FURIOUS HARDTAIL La chopper dura e pura è rappresentata dalla Furios Hardtail, che estremizza il concetto allungandosi all’inverosimile davanti (forcella inclinata di 45°) e schiacciandosi dietro sul suo gommone posteriore da 20 pollici di diametro (la ruota anteriore è invece da 23”). Il telaio è un vero hardtail, come quelli che piacciono veramente ai puristi.

SABRE SWITCHBLADE La sportiva del gruppo è la Sabre Switchblade, e sicuramente è un bell’esercizio di stile e la moto a nostro parere più riuscita di tutte con sospensioni sportive marchiate Ohlins e freni Brembo, monobraccio posteriore e pneumatici semislick (18-21 pollici) su cerchi in carbonio. È ovviamente ispirata al mondo delle gare di accelerazione. Una chicca, la sella forata per lasciar spazio alle regolazioni del monoammortizzatore Ohlins TTX 36.

SATELINE SLAMMER Il mondo del cruising è invece rappresentato dalla Sateline Slammer, in pratica una Bat-moto per far turismo di notte con destinazione Gotham City. Interessante, per questa moto, l’adozione di sospensioni pneumatiche sia all’anteriore sia al posteriore (dove troviamo una ruota da 23 pollici creata ad hoc) e di un impianto stereo da ben 500 watt.

MOTORE DI SERIE Il motore resta di serie: filtri e scarichi a parte non viene toccato nulla anche perchè secondo quanto dichiarato dalla stessa Honda i tre personaggi che hanno creato queste special avevano a disposizione un budget limitato. Più difficile capire, invece, perché Honda si sia cimentata in un’operazione del genere. Anche in passato negli USA si erano divertiti un po’ con il 6 cilindri boxer della Valkyrie creando la Rune, un prototipo che poi però è arrivato sul mercato sia pur in numeri limitatissimi. Magari è solo un esercizio di stile ma una grande Casa non si muove mai per niente. Magari anche per questi prototipi c’è un futuro, sulla falsa riga delle Harley Davidson CVO. Staremo a vedere.


TAGS: honda vt1300c concept