Autore:
Paolo Sardi

NATO CON LA CAMICIA Dopo aver fatto il suo debutto in società tre mesi fa, al MotoDays di Roma, l'Honda SH300i ABS 2016 arriva finalmente nelle concessionarie con un prezzo di 5.140 euro f.c.. Il suo obiettivo è chiaro: confermare il successo dei suoi predecessori, che, dal 2007 in poi, sono stati capaci di trovare in Italia oltre 100.000 acquirenti. Per fare breccia nel cuore della gente l'SH sfoggia una dotazione molto ricca: nel prezzo sono infatti compresi, oltre all'ABS, la Smart Key (che comanda tutte le serrature dello scooter pur rimanendo nella tasca), il parabrezza, i paramani e il bauletto da 35 litri. Quest'ultimo fa gioco di squadra con un vano sottosella ampliato e ora capace di accogliere un casco integrale e qualche altro piccolo oggetto. Per i trasporti eccezionali, invece, l'Honda SH300i ABS 2016 mette sempre a disposizione la pedana piatta, larga ben 435 mm.

LAVORO DI FINO Per assurdo, tuttavia, le novità più importanti dell'SH300i 2016 non si vedono a prima vista assieme ai nuovi fari a Led. Sotto la carrozzeria c'è infatti un telaio in acciaio inedito, che ha misure leggermente più votate alla stabilità, con un interasse che aumenta di 16 mm. I diversi attacchi fanno ruotare in avanti di un grado il motore, che, dal canto suo, fa segnare un importante primato: è infatti il primo a ottenere l'omologazione Euro 4. Questo monocilindrico vanta una percorrenza dichiarata di 33,3 km/litro, grazie alla rìduzione degli attriti interni e deagli assorbimenti di potenza. Quest'ultima ha un picco di 25,7 cv a 7.500 giri, mentre la coppia massima è di 25,5 Nm a 5.500 giri, regimi molto contenuti che la dicono lunga sulle doti di elasticità e ripresa dell'SH.


TAGS: honda sh300i abs 2016