Autore:
Stefano Cordara


COUNTDOWN Non dovremo aspettare molto per vederla e per saperne di più.La Fury sarà presentata ufficialmente durante il neonato New York Motor Cycle Show, il prossimo 16 gennaio. A confermare i rumors della rete fattesi sempre più insistenti con il passare dei giorni sono lo stesso portale del Salone e il lancio di un sito dedicato dove, accompagnato da filmati piuttosto inquietanti, è già partito il count down per il lancio della moto.

DUE FRIZIONI? Moto che, se da un lato segna il debutto di Honda tra le Chopper (a vederla così, la concorrente ideale sembrerebbe la Harley Rocker) dall'altro sembra essere davvero interessante dal punto di vista tecnico. Secondo Solomoto30, la rivista spagnola entrata in possesso dei disegni tecnici di brevetto, Honda avrebbe depositato all'ufficio brevetti americano dei disegni in cui all'interno dei carter compare il cambio a doppia frizione lanciato da Honda giusto qualche mese fa all'Eicma. Una soluzione che lascia aperte molte ipotesi, tipo quella che questa moto possa avere un cambio semiatuomatico o sequenziale.


ESSENZIALE MA...
Di fatto nei disegni che vedete, la moto è dotata di una normale leva del cambio, per cui potremo levarci questo dubbio solo il 16 di gennaio. Certo è che, se fosse così, la Fury sarebbe la prima moto al mondo ad utilizzare un cambio di questo tipo. Per il resto la Fury si presenta come una moto estremamente essenziale, in cui il motore (la cilindrata al momento non è nota ma di sicuro non sarà un motore piccolo) fa la parte del leone nell'impatto estetico. Una vera chopper, con singolo disco freno all'anteriore e telaio finto hard tail, con ammortizzatore ben nascosto e altrettanto nascosto radiatore.

MISTERI Curioso notare come, rispetto alle primissime foto rubate circolate in rete sia sparita la trasmissione a cinghia, rimpiazzata da una a cardano. Sempre Solomoto30 riporta presunti problemi di copyright di brevetti Harley Davidson e Yamaha, che non si sarebbero certo fatti scappare l'occasione di mettere i puntini su tutte le i..., anche perché, se il progetto è realmente così innovativo è giusto averne un minimo di paura. Presto potremo saperne di più e farvi vedere le foto definitive.


TAGS: honda fury