Autore:
Alessandro Codognesi

FULMINE A CIEL SERENO Senza avvisi e preavvisi, Honda lascia tutti a bocca aperta, presentando all’International Motorcycle Show di Chicago due nuove cruiser, le Honda CTX700 e CTX700N, che utilizzano la stessa base meccanica delle NC700. Si parla quindi di motore bicilindrico parallelo a corsa lunga, capace di 48 cavalli e 60 Nm. Per lo stile, invece, i designer Honda si sono ovviamente (e dichiaratamente) ispirati alla Goldwing, modello che oltreoceano vende ancora forte ma che qui da noi non ha mai fatto troppa breccia nel cuore dei centauri.

UGUALE MA DIVERSA Il progetto delle Honda CTX700 e CTX700N nasce da un nuovo concetto: Comfort Technology Experience (CTX appunto), che, a detta degli stessi uomini Honda, dovrebbe garantire più comfort e facilità di guida rispetto alle naked/crossover NC700, grazie soprattutto all’abbassamento del baricentro. La sella, infatti, è visivamente più bassa (720 millimetri), mentre il manubrio è rialzato rispetto alle moto di partenza. Le due versioni si differenziano per la carenatura, quasi inesistente sulla N (sta per Naked), ben più consistente invece sulla CTX700. Entrambe, invece, saranno disponibili in versione base, oppure ABS DTC, quindi con sistema antibloccaggio e cambio robotizzato a dopiia frizione.

VIENI DA ME A quanto pare, le Honda CTX700 e CTX700N non sono (per ora) destinate ad arrivare in Europa, restando appannaggio del solo mercato americano, dove peraltro questo genere di moto è più apprezzato. Tuttavia, il fenomeno delle moto low cost è ormai affermato anche in Italia (non a caso, il 2012 ha visto la NC700X come seconda moto più venduta), quindi non è da escludere che, magari fra un annetto, sentiremo ancora parlare di queste mini-cruiser.  


TAGS: honda ctx700 ctx700n nc700x