Autore:
Danilo Chissalè

TUTTA NUOVA Honda ha presentato poche settimane fa al salone di Tokyo il prototipo N.S.C (Neo Sport Cafe), la moto prototipo ha suscitato molto interesse da parte dei fan e dopo due settimane... tac, quel bellissimo prototipo si è trasformato nella nuova Honda CB1000R.

STILE RIVOLUZIONARIO La nuova Honda CB1000R da un taglio netto con il suo passato e con le dirette rivali, le linee tese e affilate della moto che sostituisce spariscono, a vantaggio di una nuova linea più modaiola, da cafè racer minimalista. Il faro anteriore tondo, completamente a LED, è identico a quello del prototipo visto a Tokyo, il serbatoio dalle forme tondeggianti che rievoca le moto degli anni '70, la coda corta, rendendo la nuova CB1000R compatta e muscolosa a colpo d'occhio. Pochissime le plastiche, sono solo 6 i componenti ricavati con questo materiale, il resto è un ode al metallo.

MOTORONE VIGOROSO Non fatevi ingannare dallo stile modaiolo della nuova Honda CB1000R, la componentistica utilizzata per questa Supernaked è di primo ordine, pronta a dare alla naked della Casa dell'Ala Dorata, le armi per dar battaglia alle rivali. Il motore è stato ottimizzato, il 4 cilindri in linea della CB1000R  sprigiona 145 cv (contro i 125 del modello precedente) e 104 Nm di coppia (aumento del 5%) già pronta attorno ai 6000 giri, con la zona rossa fissata a 11.500 giri. Quattro i riding mode permessi dal Throttle by Wire: rain, standard, sport e la quarta mappatura personalizzabile dall'utente. Il cambio accoppiato al motore ha rapporti accorciati, e in Honda sostengono che, dalla prima alla terza marcia, la nuova CB1000R sia addirittura più rapida della Fireblade. Nella versione CB1000R + sarà montato il cambio Quickshifter di serie, mentre è disponibile come optional nella versione base. La nuova CB1000R è più leggera della precedente di 12kg, ora il peso in ordine di marcia con il pieno è 212 Kg. Questo grazie anche al nuovo telaio monotrave in acciaio scatolato e al forcellone mono-braccio in lega leggera.

CICLISTICA DA SPARO Oltre ad un motore degno della categoria Supernaked, la nuova Honda CB1000R in mostra a Eicma 2017 ha una dotazione ciclistica che non ha nulla da invidiare alle sue dirette rivali. Le sospensioni sono marchiate Showa, all'anteriore troviamo una SFF-BP (Separate Function Front Fork- Big Piston) che racchiude le funzioni di smorzamento in un solo stelo riducendo il peso, completamente regolabile, mentre al posteriore c'è un mono ammortizzatore anch'esso totalmente regolabile. Detto delle sospensioni che permettono di cucirsi addosso la nuova CB1000R, anche l'impianto frenante si preannuncia all'altezza della potenza messa a disposizione dal motore, davanti doppio disco da 310 mm flottante morso da pinze 4 pistoncini, dietro disco da 256 mm con una pinza a due pistoncini, il tutto sviluppato dalla giapponese Tokico. A togliervi dall'imbarazzo in situazioni di emergenza ci pensa un impianto ABS a due canali.

SCEGLI IL COLORE CHE VUOI (O QUASI) La nuova Honda CB1000R sarà disponibile in Italia in tre colorazioni: Candy Cromosphere Red, Matt Bullet Silver Metallic e Graphite Black, unica disponibile nell'allestimento Plus. Nel frattempo, guarda il video live dallo stand Honda a Eicma 2017. 


TAGS: honda honda cb1000r novità eicma eicma 2017 honda eicma 2017 nuovi modelli eicma 2017 nuova honda cb1000r progetto N.S.C honda naked super naked honda grandi novità 2018