Autore:
Andrea Rapelli

BANDIERA A SCACCHI Una trasformista, questa Scrambler. Che, per Eicma 2016, si trasforma (anche) in Ducati Scrambler Café Racer. Omaggio non solo alla leggendaria corrente delle special costruite su misura per gare di accelerazione, ma anche ad un pilota che a Borgo Panigale ha dato tanto: Bruno Spaggiari.

VAI SPAGGIARI Il 54 sulle tabelle portanumero è infatti quello dello storico pilota Ducati, che corse alla Mototemporada Romagnola del 1968 con una moto il cui motore derivava da quello dello Scrambler 350. La Café Racer vuole quindi riportare a quei tempi lì, dove la passione vinceva su tutto, sempre.

TERMIGNONI L'allure sportivo arriva dai semimanubri con specchietti alle estremità, codino monoposto, parafango posteriore ridotto ai minimi termini e scarico Termignoni a doppia uscita rivestito in nero (lo stesso colore di serbatoio, parafango e copertura faro). Il cuore è sempre lo stesso bicilindrico da 800 cc e 75 cv delle sorelle, mentre la forcella è a steli rovesciati neri e i cerchi calzano Pirelli Diablo Rosso II da 17".


TAGS: eicma 2016 ducati scrambler café racer novità ducati eicma 2016 ducati eicma 2016