Autore:
Stefano Cordara

PICCOLA? Che della 1098 sarebbe arrivata anche una versione più piccola non era certo un segreto. È nella stessa filosofia Ducati presentare un modello Superbike di cilindrata inferiore per sfidare le supersport giapponesi. La Ducati 848 nasce proprio per questo, è una Superbike Ducati in tutto e per tutto ma la cilindrata ridotta ed alcune scelte tecniche hanno consentito a Ducati di proporla a una cifra ben più interessante. Non che a 13.500 Euro sia regalata (le supersport sono lontane almeno un paio di migliaia di Euro), ma è anche vero che le prestazioni offerte sono, almeno sulla carta, superiori e che il marchio Ducati sul serbatoio costa, già da solo, qualcosa in più.

POTENZA La 848 mette, infatti, sul piatto delle bilancia un motore da 848 cc e 134 cavalli a 10.000 giri, una potenza superiore alle concorrenti "dirette" (addirittura superiore a quella della prima 999) a cui Ducati vuole rubare un po' di clienti. Ma è soprattutto la coppia a fare la differenza, la 848 sfiora infatti i 10 kgm a 8250 giri.
A Borgo Panigale hanno risparmiato su alcuni componenti, ma sono pochi. Non ci sono pinze monoblocco, ad esempio ma normali pinze radiali con dischi da 320 mm. Ma il resto è uguale alla sorella maggiore compresi cerchi leggeri e sospensioni, praticamente le stesse Showa utilizzate dalla 1098 e dove Ducati invece non ha risparmiato affatto è nel motore.

PICCOLO MA GRINTOSO Al più piccolo dei Testastretta Evoluzione sono state riservate le stesse attenzioni dei fratelli grandi, con condotti ellittici e distribuzione desmo di ultima generazione. Il carter motore è stato realizzato con un nuovo sistema di pressofusione sottovuoto che consente di avere pareti sottilissime.

LEGGERA La novità è l'arrivo della frizione in bagno d'olio, mentre sono confermati i coperchi valvole in magnesio. Il risultato è un motore più leggero di 1,6 kg rispetto al precedente, in tutto la moto pesa ben 20 kg in meno e offre 24 cv in più della 749, offrendo un rapporto peso potenza superiore addirittura a quello della 999.


TAGS: eicma 2007 ducati 848