Autore:
Danilo Chissalè

ENDURO PULITO La guerra all’enduro di qualche mese fa ha creato molto scompiglio negli appassionati. Gli abitanti nei pressi dei sentieri non vedono di buon occhio le moto che, chiassose, interrompono la loro quite. La proposta della svedese Cake potrebbe fare da pacere, la nuova Kalk è una enduro elettrica specialistica pensata per fare divertire i motociclisti, nel rispetto dell’ambiente.

CUORE ELETTRICO Per garantire le emissioni zero il cuore pulsante della Kalk non poteva che essere elettrico, per la precisione è un motore IMP che genera 15 kW di potenza di picco (9 kW costanti) e 42 Nm di coppia massima, pronta subito come su ogni motore elettrico che si rispetti. Con un peso di soli 68 kg la Kalk promette prestazioni davvero entusiasmanti, accelerazioni repentine e velocità di punta nell’ordine di 80 km/h. L’autonomia? Circa 80 km con un ciclo di carica, valore di tutto rispetto ottenuto grazie alla batteria al litio da 2,6 kW e 50 Ah.

CICLISTICA RAFFINATA Per tenere a bada il brio della Kalk è necessaria una ciclistica efficiente e pregiata. Detto fatto, i tecnici della Cake hanno studiato un telaio altamente tecnologico, realizzato in alluminio 6061, assemblato e saldato a controllo numerico. Collegato al telaio c’è il forcellone, anch’esso in alluminio 6061, abbinato ad un monoammortizzatore Ohlins TTX completamente regolabile. All’anteriore troviamo una forcella completamente regolabile, studiata apposta dai tecnici Ohilins per la Kalk. Il reparto freni non è da meno, pinze a 4 pistoncini che mordono dischi da 220 mm. Ruote rigorosamente a raggi da 24 pollici, calzate da pneumatici ecologici “Trail Saver”.

DESIGN PULITO Il design della Kalk ha il sapore tipico della Svezia, le linee sono pulite e futuristiche pensate per offrire la massima funzionalità. Ampio è l’utilizzo della fibra di carbonio, il pregiato materiale viene utilizzato per i parafanghi, i pannelli laterali e la sella. Pregiatissimi anche il manubrio e i riser realizzati in alluminio 7050, utilizzato per la realizzazione di componenti aerospaziali e i riser

PREZZO SPAZIALE I piani industriali della piccola Cake non sono ancora ben chiari, chiaro è invece il metodo di acquisto della Kalk. Per mettersi nel box uno dei primi 50 modelli di preserie è necessario versare una caparra di 1.000 euro per avere la prelazione, ed infine aggiungere altri 13.000 euro per completare l’acquisto a 14.000 euro, il tutto tasse escluse. Il prezzo potrebbe spaventare, ma la tecnologia utilizzata è davvero esclusiva… e volete mettere la soddisfazione di essere salvatori dell’ecosistema dei boschi?

 


TAGS: moto moto elettriche enduro elettriche mobilità elettrica novità moto kalk cake kalk sospensioni ohlins nuove moto elettriche moto elettriche 2018 nuova cake kalk 2018