Autore:
Luca Cereda

NOSTALGIA CANAGLIA Chapeau! E il francesismo non è per caso. Sia perché questa special su base S1000 RR è davvero mozzafiato, pensata e realizzata con una cura dello stile e del dettaglio maniacale; sia perché l’hanno confezionata due ragazzi di Parigi, Sylvain e Floren Berneron, titolari del garage Praem.

ART BIKE Con tante personalizzazioni che rievocano gli anni Ottanta, si sguazza nel vintage. Cupolino a mo’ di scudo spaziale, mezza carenatura, il faro spostato, questa BMW S1000RR Praem si rifà alle moto da Endurance di allora, salvo poi indossare una livrea che appartiene all’universo corsaiolo automobilistico. “Rubata”, si fa per dire, alla BMW Art Car disegnata da Alexander Calder, la BMW 3.0 CSL che partecipò alla 24 Ore di Le Mans del 1975.

ALLEGGERITA Finite le citazioni, inizia la parte più artigianale. Alcuni dettagli in alluminio sono fatti a mano, serbatoio, carenatura, coda e parafanghi forgiati invece in vetroresina e fibra di carbonio, per ridurre un bel po’ il peso (-20 chili). E poi, spaziando tra diversi fornitori, la BMW S1000RR Praem si concede altri lussi qua e là: accessori Rizoma, scarico Werks, cerchi in carbonio Rotobox e dischi carboceramici. Per il resto, la tecnologia è quella originale e non ci sono modifiche al motore. Se vi piace, non perdetevi il consueto raduno di Garmisch (1-3 luglio): la BMW S1000RR Praem ci sarà. 


TAGS: vintage moto custom BMW S1000 RR Praem BMW S1000 RR Project BMW S1000 rr custom