MA COME LA VESTO? La materia prima è la stessa per tutti: una BMW R nineT, con il suo motore boxer bicilindrico da 110 cv. Poi, ognuno la lavora a modo suo, a seconda dei gusti: perché il bello di certe “nude” è proprio vestirle come più ci piace.

SPIRIT CREATIVO La BMW R nineT, in questo senso, si presta piuttosto bene, come dimostrano le special che hanno sfilato allo stand BMW Motorrad del Motor Bike Expo 2015. Tra queste c’erano le tre vincitrici del concorso BMW Motorrad Dealers Custom Crew, un’attività che nei mesi scorsi ha coinvolto i concessionari ufficiali italiani dell’Elica nella preparazione di una special su base esclusivamente R nineT. Ciascuna di queste nineT custom è stata valutata da una giuria tecnica presieduta dal Responsabile di BMW Motorrad Vehicle Design, Ola Stenegard, e alla fine ha trionfato “Spirit of Zeller”, la R nineT custom di Officine Sbrannetti.

UNA SU TUTTE Fuori concorso, ma svelata in anteprima assoluta proprio alla kermesse veronese, al Bike Expo c’era anche una nineT d’autore: si tratta della one-off realizzata da Frank Augello di Moto Sumisura, dopo una vita passata a consegnar tapiri d'oro assieme a Valerio Staffelli. Una reinterpretazione artigianale e molto spinta che ha letteralmente cambiato i connotati alla naked bavarese, per come siamo abituati a vederla. Infatti, per quanto si ispiri a una lontana antenata, la BMW R32 del del 1923 (la prima motocicletta dell’Elica), serbatoio custom, un manubrio in ergal, un faro anteriore ottenuto lavorando a mano la testa di una vecchia due valvole e tanti altri dettagli ricavati dal pieno la rendono una moto unica nel suo genere. “Sumisura”, appunto. In questo caso di Alessandra Soresina, biologa e reporter milanese che l’ha commissionata.