Autore:
Stefano Cordara

SOLO 50? Chiamarle cinquantini appare davvero riduttivo, le nuove moto 50 di Beta sono, infatti, moto a tutti gli effetti, anche come dimensioni visto che rispetto alle precedenti sono cresciute in altezza e lunghezza. Insomma, sono certamente più adatte ad ospitare i teenager misura XXL dei giorni nostri. Anche se quello dei 50 cc è un segmento in sofferenza, per Betamotor rappresenta una parte importante della gamma. Le RR 50 sono la cosiddetta “base”, il punto di ingresso alla gamma delle moto di Rignano sull’Arno. Inoltre, le moto 50 sono molto apprezzate in Spagna, Francia, Germania e anche nei Paesi del Nord Europa, come la Finlandia ad esempio.

ITALIANE AL 100% Bello vedere comunque che c’è chi ci continua a credere, le nuove Beta 50 sono davvero dei piccoli gioiellini, raffinate nella fattura e nella componentistica non hanno davvero nulla da invidiare alle sorelle maggiori con motore a 4 tempi (di cui parleremo prestissimo) e quanto al look beh, basta vederle. In un momento in cui l’originalità per certi prodotti sembra essersi smarrita e i modelli sono tutti uguali, tra loro vittime dell’economia di scala, fa piacere constatare come Beta riesca a distinguersi e soprattutto continui a farsi tutto in casa. Se volete un vero prodotto italiano, sappiate le Beta sono italiane, anzi toscane, fino al midollo.  Per il 2012 la gamma 50 è stata rifatta da cima a fondo, con un nuovo look più vicino a quello delle RR 4 tempi ma soprattutto una tecnica completamente nuova.

NUOVA CICLISTICA, NUOVI COMPONENTI In Beta hanno lavorato soprattutto sulla ciclistica rinnovando il telaio, cambiando geometrie e cambiando anche la componentisica che si è fatta parecchio più pregiata. Al top della gamma troviamo le versioni RR Enduro Factory e RR Track, le più pregiate di tutte, con tante belle cosette come, ad esempio, il forcellone in alluminio, il leveraggio progressivo, l’ammortizzatore con piggy back e la forcella a steli rovesciati da 41 mm i cerchi di alluminio. Scendendo un po’ troviamo altre due versioni meno “dotate” la RR 50 e la RR 50 Standard entrambe declinate nelle due versioni Enduro e Motard che perdono qualche prelibatezza tecnica a favore di un prezzo più contenuto.

LA FACTORY NON MISCELA Per tutte in comune c’è il motore 50 cc a due tempi sei rapporti che per la RR Factory dedicata alle competizioni, abbandona il miscelatore automatico per limitare al massimo le perdite di potenza. Le nuove Beta RR 50 saranno presto dai concessionari, i prezzi non sono ancora stati comunicati.   


TAGS: beta rr50