Autore:
Paolo Sardi

A MISURA D'UOMO Dove sta scritto che per fare viaggi in moto servano per forza cilindrate e prestazioni monstre? Certe volte, per affrontare terreni impervi e per garantire un minor impegno psico-fisico nella guida, un mezzo a misura d'uomo può essere infatti la scelta migliore. Ne sono convinti alla Benelli, che porta sulla passerella dell'Eicma la TRK 502, una nuova media tuttoterreno che pare pronta per affrontare una pista sterrata nel desrto australiano così come un viaggio a Caponord.

NASO AQUILINO Il biglietto da visita della Benelli TRK 502 è il suo serbatoio, che a prima vista dimostra anche più dei 20 litri dichiarati e culmina in un naso appuntito, come vuole l'ultima moda. Sopra quest'ultimo si alza un ampio cupolino che, con l'aiuto di deflettori e paramani, dovrebbe garantire un'ottima protezione aerodinamica. In materia di comfort, la TRK 502 ha però anche altre carte da giocare, come una sella divanosa e le sospensioni con corsa lunga.

UNA TIPA TOSTA Quanto alla dotazione tecnica, la Benelli TRK 502 sfoggia un telaio a traliccio in acciatio e l'ultimo motoire nato sotto il segno del Leone, un bicilindrico 500 da 48 cv. Le ruote sono leggermente tassellate e hanno un diametro da 17 pollici dietro e 21 davanti, mentre l'impianto frenante è quasi sportivo, con due dischi anteriori da 320 mm e uno posteriore da 260. A completare l'impianto c'è poi naturalmente l'Abs.


TAGS: adventure eicma Eicma 2015 Benelli trk502

Allegato Dimensione
undefined 73 Kb