Autore:
Andrea Rapelli

IL LEONE RUGGISCE ANCORA Le traversie economiche, grazie alla longa manu dei cinesi della Qianjiang Group, sono ormai un lontano ricordo: all'EICMA 2012 la Casa marchigiana metterà al centro dello stand la Benelli BN 600, inedita naked media dal carattere piuttosto strutturato.

APPUNTITA L'estetica della Benelli BN 600 è di un certo impatto: il piccolo cupolino, dalle linee frastagliate, s'amalgama piuttosto bene ai taglienti tratti del serbatoio e del codino, dal quale spuntano due scarichi schiacciati e bruniti. Che, assicurano dalle parti di Pesaro, avranno un sound all'altezza del Marchio. In attesa di vederla dal vivo, l'insieme pare personale quanto basta, pur senza stupire con effetti speciali.

POCA SPESA, TANTA RESA Il cuore della Benelli BN 600 è un 4 cilindri in linea frontemarcia con doppio albero a camme in testa e 4 valvole per cilindro capace di 82 cv a 11.500 giri e una coppia pari a 52 Nm disponibile 1.000 giri più in basso. Completano il quadro la lubrificazione a carter umido, la frizione in bagno d'olio e un classico cambio a 6 marce. Il tutto, dichiarano in Benelli, con un prezzo che sarà super-concorrenziale.

CICLISTICAMENTE PARLANDO... In attesa di conoscere in dettaglio il listino della Benelli BN 600, sappiate che la forcella anteriore avrà steli di 50 mm di diametro, mentre il mono posteriore - che fa bella mostra di sè nella vista laterale della moto - sarà regolabile in estensione e precarico. Nessun colpo di testa neppure per i pneumatici (cerchi da 17” con gomma da 120/70 davanti e da 180/55 dietro) mentre la frenata verrà affidata a una coppia di dischi flottanti da 320 mm all'anteriore e un singolo da 240 mm al posteriore.


TAGS: 2012 eicma 2012 benelli bn 600 eicma