Autore:
Luca Cereda

DAGLI UNA SPINTA Fino a poco tempo fa era un progetto in cerca d’autore o meglio dei finanziamenti per trasformarsi da sogno in realtà. Ora, grazie al crowfunding, Acton M Scooter si farà. Peter Treadway, autore del progetto, e la Acton hanno raccolto su kickstarter.com (sito dedicato alla raccolta fondi per avviare le startup) più dei soldi necessari a far partire l’impresa. Potremmo vederlo sulle strade già nel 2014, venduto a un prezzo di circa 1300 euro.

PIEGHEVOLE Cos’è Acton M Scooter? Semplificando, potremmo definirlo la sintesi tra un monopattino elettrico e un tre-ruote (estremamente minimale, però). Non solo perché sfoggia un design che sta a cavallo tra i due generi ma anche perché il suo potenziale è esattamente a metà strada: velocità massima 19 km/h, autonomia dichiarata di 24 km. E ha una portabilità da non sottovalutare, grazie alla struttura modulare in alluminio: si può ripiegare fino a ridurne del 50% gli ingombri e pesa 13,6 chili. Un asso nella manica per il casa-ufficio del pendolare moderno, insomma.

DALLE 2 ALLE 4 ORE Non solo, Acton M Scooter si presta anche per un uso indoor, magari nei capannoni industriali per chi deve spostarsi da un’area di lavoro all’altra. Oppure, semplicemente, come strumento di mobilità individuale per chi fatica a gestire una moto o una bici, da usare ogni giorno. Basta ricordarsi di ricaricare la batteria ai polimeri di litio, che fa il pieno in 2 o 4 ore (a seconda del tipo di sorgente di ricarica).  


TAGS: tre ruote acton m e-scooter