Autore:
Stefano Cordara

PRONTI A PARTIRE Ebbene sì, dopo l'entusiasmo, lo sconforto, la fatica, le notti insonni ci siamo. Il prossimo week end Assen ci vedrà finalmente in pista, per vedere se tutto il nostro lavoro porterà qualche frutto. L'importante è esserci. Non so se funziona sempre così, sta di fatto che mi appresto a partire stanco morto, manco avessi già corso un paio di 24 ore di fila. La tensione accumulata in questi ultimi giorni ha avuto l'effetto di toglierci un sacco di energie e non solo perché siamo cronicamente in ritardo con la preparazione del camion delle moto e di tutto il resto, ma anche perché come (dicono) accade spesso in questo ambiente in poche ore siamo passati dall'euforia al più nero sconforto.

PROPRIO SUL PIÙ BELLO Uno dei partners tecnici più importanti ci ha mollato proprio venerdì sera con un fax secco che non lasciava spazio a repliche. In un attimo ci siamo trovati senza le scarpe... e la cosa mi è parsa troppo brutta per essere vera. L'idea di vanificare tutto il lavoro fatto fino ad oggi per un cavolo di problema burocratico che non è nemmeno causato da noi ci ha piegato le gambe.

PROBLEMA RISOLTO Non voglio fare il duro ma quando sono in queste situazioni trovo ancora più convinzione e maggiore forza di volontà. In un paio di giorni (durante il fine settimana naturalmente, perché i problemi arrivano sempre nei momenti peggiori, altrimenti non sarebbero problemi, no?) facendo solo un miliardo di telefonate siamo riusciti a risolvere anche questo "problemino", soprattutto grazie alla collaborazione di un altro marchio importante che ha creduto in noi.

TUTTO IN TEMPO Comunque anche se mi sembrava impossibile siamo riusciti ad arrivare in tempo e siamo riusciti anche ad organizzare la presentazione ufficiale del team e della moto, che per la prima volta si è mostrata con la livrea ufficiale e anche con una novità non di poco conto: le gomme. Saranno le Bridgestone BT 002 Racing. Le useremo nelle prime due gare. Per noi è motivo di orgoglio il fatto che un costruttore così importante e ormai abituato a stazionare nei piani alti della moto Gp abbia voluto darci una mano cercheremo di non deluderli, anche se ad Assen dovremo ripartire praticamente da zero rifacendo completamente l'assetto alle moto per adattarlo alle nuove gomme.

È QUI LA FESTA? Comunque abbiamo fatto una bella festa, e se sbirciate tra le foto noterete anche qualche nome illustre che è venuto a portarci personalmente il suo in bocca al lupo, che naturalmente ci ha fatto un enorme piacere. Adesso manca davvero poco, qualche ora per riprendersi dalle fatiche della preparazione e saremo al freddo (adesso ci sono 5 gradi!) di Assen, i primi a mettere le ruote sul nuovo tracciato che ovviamente non mancherò di raccontarvi in diretta. Intanto gustatevi le immagini della festa.


TAGS: Mondiale Endurance: un sogno che si avvera