Autore:
Giulio Scrinzi

OPERAZIONE COMPLETATA La partnership tra MV Agusta e il marchio Mercedes AMG è durata poco più di tre anni: scriviamo al passato perché oggi il gruppo MV Holding è riuscito ad acquisire il restante 25% di azioni appartenenti al brand tedesco, ottenendo di fatto il totale controllo sul marchio MV Agusta. In questo modo, ora, la Casa di Schiranna è tornata sotto l’ala protettrice (italiana) di Giovanni Castiglioni: un’operazione resa possibile, tuttavia, dall’entrata in gioco del socio russo ComSar Investor, che al momento detiene il 49% dell’intero pacchetto azionario.

UN NUOVO QUATTRO CILINDRI Con questa nuova organizzazione, MV Agusta è pronta a rilanciarsi sul mercato con un nuovo progetto di motore a quattro cilindri, dal momento che la gamma a tre cilindri ha già completato il suo processo di rinnovamento. Secondo le indiscrezioni, questa novità vedrà il suo debutto nel corso del 2018 e andrà a sostituire l’attuale gamma di F4 e Brutale.

IL COMUNICATO STAMPA Qua di seguito il comunicato ufficiale relativo all’acquisizione da parte di MV Holding del 25% delle azioni del gruppo Mercedes e al nuovo progetto quattro cilindri: “MV Holding, società di partecipazioni controllata da Giovanni Castiglioni e dalla famiglia Sardarov, ha acquistato il 25% di MV Agusta Motor S.p.A. detenuto dal gruppo automobilistico tedesco Mercedes AMG. Il turnaround intrapreso ad inizio del 2016 ha riportato MV Agusta in positivo nell’esercizio 2017, e ha raccolto un portafoglio ordini per il 2018 superiore alla produzione stimata. Completato il rinnovo della gamma a 3 cilindri, MV Agusta ha destinato i propri investimenti futuri ad una nuova gamma con motori a 4 cilindri, che debutterà con il primo inedito prodotto nel corso del 2018”.


TAGS: mv agusta brutale mv agusta mv agusta f4 giovanni castiglioni mv agusta 2018 mv holding mv holding 2018 mv agusta mercedes amg