Autore:
Giulio Scrinzi

TUTTO PRONTO Il weekend decisivo è ormai arrivato (e passato). E' andato infatti in scena lo scorso fine settimana l'Hardalpitour 2017, immancabile appuntamento per gli appassionati di Adventouring organizzato su tre giorni (8-9-10 settembre) e che si è articolato lungo il confine tra Italia e Francia e sulle Alpi Occidentali attraverso strade sterrate ex-militari d'alta quota.

BOOM DI ISCRIZIONI I partecipanti di questa nona edizione, allestita su tre percorsi a difficoltà crescente, hanno toccato il picco di 470 piloti provenienti da ben 21 nazioni, tra le quali le più rappresentative sono la Germania, la Francia, la Svizzera e la Polonia. Presenti ai nastri di partenza anche alcuni esponenti di Serbia, Canada, Sud Africa e Qatar, a riprova dell'importanza a livello internazionale di questa competizione. Per quanto riguarda l'Italia, invece, alcune giovani promesse che hanno partecipato ai difficili rally di Merzouga e Transanatolia (Manuel Lucchese, Livio Metelli, Francesco Catanese e Ottavio Missoni) si sono contrapposte alla “vecchia guardia” capitanata dal trio Maurizio Sanna-Bruno Birbes-Claudio Mana, piloti che hanno preso parte, tra l'altro, anche ad alcune edizioni della Dakar. 


TAGS: hardalpitour 2017 hardalpitour 2017 sanremo sestriere