Autore:
Gianluigi Guiotto

RADUNI E LEGGENDE Di solito questi raduni iniziano con un gruppo di amici che si trovano in un luogo particolare uniti dalla stessa passione. Si inizia in pochi e chissà come va, ci si fa prendere la mano e dopo un po' di anni ci si ritrova in 100.000. E' stato così per Sturgis, il raduno più famoso del mondo (li i numeri sono ancora più incredibili) e probabilmente sarà stato così anche per l'European Bike Week che da 13 anni attira nella cittadina di Faak am See, in Carinzia, e sulle sponde del lago Faak, migliaia di harleysti (e non). Così Faak am see per una settimana si trasforma in Harley City.

QUOTA 100.000 Quest'anno ben 100.000 persone e 75.000 moto sono arrivate sulle strade che circondano il lago, sulle quali, per una settimana, si vedono circolare praticamente solo moto. Un fiume ininterrotto di bicilindrici che, nel più perfetto stile dei raduni, si muove di continuo. Il culmine è stato raggiunto con la parata di sabato: su un percorso di 80 km (tassativamente chiuso alle auto), 25mila motociclisti hanno sfilato per oltre tre ore lungo i laghi di Faaker e Ossiacher (il perimetro del primo evidentemente non è più sufficiente), mostrando "cavalcature" fantasiose e abbigliamento decisamente particolare che solo le foto della gallery possono descrivere.

HARLEY PER LA VITA Life member è la scritta - ricamata su una patch su un gilet di pelle - che più spesso mi è capitato di leggere durante i giorni del raduno. Qui la passione non è passeggera, è per la vita. Davvero tanti i Chapter degli Harley Owners Group (Hog) che hanno affollato la Carinzia, molti dei quali italiani, per i quali l'european Bike week è ormai diventato una meta fissa.

SPAZIO PER TUTTI Ovviamente il minimo comun denominatore di questo raduno è la Harley Davidson, che ne sono un'infinità, di ogni tipo, ognuna customizzata secondo i propri gusti. Ma questo non è un raduno "talebano" c'è sempre una spiccata tolleranza verso gli altri tipi di moto e, perfino, scooter (ne ho intravisto qualcuno perfino durante la parata), che non hanno voluto mancare alla manifestazione.

NON SOLO MOTORI Tipica di questi eventi, la musica rock non manca mai, l'Harley Village di Faak am See, cuore dell'evento, ha raccolto 28 artisti e live band di provenienza internazionale, che si sono esibiti su un palco sempre affollato.

SI GUARDA E... Una manifestazione che consente di vivere il mondo Harley davvero a 360 gradi. Si passa da un baracchino a un concerto, da un giro sul lago all'immancabile show di customizzazione, come quello proposto da venti concessionari Harley-Davidson provenienti da Austria, Germania, Italia e Stati baltici hanno presentato customizzazioni di propria creazione e organizzato la vendita di abbigliamento, accessori e merchandise.

...SI PROVA E poi si prova, perché il 2011 di Harley è già arrivato. Il pubblico ha potuto, infatti, ammirare dal vivo la nuova gamma moto Harley-Davidson 2011, e provarla su strada partecipando ai test ride organizzati nella Demo area. Più di 40 venditori concentrati nella zona Trader, erano presenti per proporre prodotti di vario genere, in gran parte appartenenti allo sterminato catalogo nero-arancio H-D.

CUSTOM A MILLE Preparatori come Thunder Bike, Harley-Davidson Niederrhein e molti altri hanno popolato una Customizer area, dove sabato si è tenuto il Custom Bike Show, affiliato al Campionato del mondo AMD di Custom Bike Building. Per i mototuristi, infine, erano a disposizione, oltre al giro del lago, tre tour alla scoperta della Carinzia e dei suoi paesaggi alpini. L'appuntamento con il raduno 2011 è fissato dal 6 all'11 settembre: non prendete impegni.


TAGS: sempre cosi week show harley bike giro eventi raduno custom faaker see carinzia see raduni settimana